Seravezza ko a Gavorrano, è fuori dalla Coppa Italia. E arriva lo 0-3 con il Ravenna

Sfiorato il pari al 90’ appena prima del 3-1 finale. Intanto si lavora al ricorso per ribaltare la sconfitta a tavolino in campionato

GAVORRANO. Giornata quasi da dimenticare per il Seravezza Pozzi che viene condannato in primo grado alla sconfitta a tavolino contro il Ravenna per l’aver schierato nel recupero della partita un giocatore non tesserato. Un primo grado che si sapeva sarebbe stato avverso, ma i legali sono fiduciosi di ribaltare la sentenza. Ieri è arrivata anche la sconfitta per tre a uno sul campo di Gavorrano che fa fermare ai sedicesimi la corsa del Seravezza in Coppa Italia di categoria.

È una partita in cui mister Ruvo ha lasciato a riposo alcuni titolari, consentendo a tanti che avevano giocato poco di partire fin dall’inizio. La squadra versiliese è andata sotto due a zero nel punteggio, poi l’aveva quasi rimessa in piedi con un gol del solito Saporiti e a quel punto Ruvo si è giocato tutte le sue carte inserendo anche il bomber Benedetti. Una mossa che per poco non vale un clamoroso pareggio al 90’ , quando è stata fallita una bella occasione dai giocatori della squadra verdeazzurra e nel contropiede successivo, nella migliore tradizione del goal sbagliato - goal subito, la squadra ha subito il definitivo tre a uno.Per il Seravezza il tempo di rimettere insieme I cocci e preparare la partita di domenica col Fanfulla.

«Ce la siamo giocata e con gli strumenti che avevamo a disposizione - commenta Alberto Ruvo, - lasciando in panchina alcuni titolari per dare fiato a giocatori che avevo avevo usurato in questi primi tre mesi di partite. Abbiamo onorato appieno l’impegno e alla fine lasciamo la Coppa Italia senza rimpianti, consapevoli di essere andati vicinissimi a un clamoroso pareggio che sarebbe valso i calci di rigore. Da oggi si prepara la nuova partita di domenica sperando che anche le botte rimediate in questa partita non ci tolgano altri titolari». Il risultato si sblocca al 26’: Giustarini riceve al limite dell’area, controlla e poi spara un sinistro a giro che va a baciare il palo alla destra del portiere, con la palla che s’insacca per l’1-0. Nella ripresa al 55’ ecco il raddoppio del FolGav. Dalla bandierina Coccia scodella sul secondo palo: Dierna rimane in cielo e spedisce di testa sotto l’incrocio. Il Seravezza Pozzi al 79’ accorcia le distanze. Il FolGav perde palla a centrocampo e sul cross da destra Saporiti di testa infila l’angolino basso. Nel finale altre occasioni, fino al contropiede centrale con Del Rosso che serve sulla corsa Mugelli per il 3-1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA