Zazzeri, un argento che parla viareggino

Il campione fiorentino della 4x100 azzurra di nuoto a Tokyo ha molti parenti in città e viene in vacanza in Darsena

Roy Lepore

Viareggio. C'è un po' di Viareggio nella medaglia d’argento conquistata ieri da Lorenzo Zazzeri alle Olimpiadi di Tokyo. Ventisei anni, fiorentino, suo padre Giuliano è infatti viareggino. Non solo. Lorenzo ama trascorrere le vacanze estive in città, dove ha una casa in Darsena e frequenta il bagno Giorgia al Vialone.


Così, oltre a quelli giunti puntuali dal presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani e dal sindaco di Firenze Dario Nardella, i complimenti sono arrivati anche dall'assessore allo sport del Comune di Viareggio, Rodolfo Salemi.

Tornando alle radici viareggine del nuotatore neo argentato, i nonni di Lorenzo – Emiliana Lombardi ed Emilio Zazzeri – erano viareggini. Il padre Giuliano, anche se cresciuto seguendo il padre, generale dell'esercito italiano, nei vari spostamenti dovuti alla carriera militare in giro per l'Italia, è molto legato alle origini viareggine, dove da sempre trascorre con la famiglia le estati nella casa che hanno in Darsena in via Ronca.

«Ieri mattina ho sentito per telefono per pochi minuti Lorenzo – racconta il padre Giuliano dalla sua abitazione di Firenze – era ancora emozionato per questo risultato storico che ha conseguito con la staffetta. Venerdì gareggerà singolarmente nei 50 stile libero e l'obiettivo è quello di conquistare la semifinale». Poi aggiunge: «Siamo legati a Viareggio per essere imparentati con la famiglia Lombardi, il famoso "Ciottorino" che hanno gestito il negozio di accessori per la casa per molti anni in via Battisti».

Emiliana Lombardi – madre di Giuliano Lombardi e nonna di Lorenzo – era sorella di Giuseppe Lombardi. C'è un legame di parentela anche con Patrizia Lombardi, ex assessore comunale di Viareggio».

E a tal proposito ha inviato un messaggio di felicitazioni a Tokyo a Lorenzo. «L'ho visto l'ultima volta a Viareggio in occasione del Jova Beach – dice Patrizia Lombardi – con i suoi molteplici impegni sportivi è sempre in giro per il mondo, quindi non è facile incontrarci. Sarebbe bello averlo a Viareggio in occasione della Festa dello Sport che organizzerà il Comune. D'altra parte con la città ha dei legami stretti, anche se vive a Firenze».

Lo zio di Giuliano Zazzeri, Roberto, è stato anche vice preside al liceo scientifico. Inoltre era imparentato anche con Raffaele Del Freo, darsenotto molto conosciuto e scomparso proprio pochi mesi fa.

Lorenzo, da Tokyo, non nasconde la sua felicità. «Non ho parole, non so come descrivere questo momento: abbiamo scritto una pagina bellissima di storia e sono felicissimo di far parte di questo gruppo. Siamo uniti, ci siamo abbracciati anche prima di partire, eravamo convintissimi di poter fare una grande gara».

Tra i successi conseguiti da Lorenzo, che oggi è tesserato per l'Esercito e si allena con la Rari Nantes, c'è anche la gara dei 100 stile libero dell'edizione del 2016 del trofeo di nuoto "Mussi, Lombardi, Femiano" disputata a Massarosa.

Nella piscina di Viareggio non ha mai nuotato. È anche amico di Diletta Carli, campionessa di nuoto viareggina. —

ALTRO SERVIZIO

A PAGINA 13

© RIPRODUZIONE RISERVATA