Viareggio, col Lamezia arriva la qualificazione malgrado la sconfitta

I bianconeri di Stefano Santini accedono alla final eight grazie alla vittoria nello scontro diretto contro il Sicilia

Viareggio. Nel giorno in cui Gabriele Gori ha siglato il gol numero 800 di una carriera per la quale ormai non ci sono più parole, facendo le fortune del Catania assieme agli altri due viareggini – uno in campo (Dario Ramacciotti), l’altro in panchina (Matteo Marrucci) – i bianconeri si sono guadagnati il pass per la Final Eight del campionato (dal 6 all'8 agosto) con la stessa modalità della Euro Winners Cup di metà luglio, ovvero per disgrazie altrui più che per meriti propri.

La tappa di San Benedetto del Tronto, la seconda della Poule Scudetto, si è conclusa con un tris di sconfitte: ieri contro il Lamezia Terme (4-5), dopo quelle contro Terracina (venerdì) e Pisa (sabato). Risultati che hanno relegato il Viareggio al settimo posto, l’ultimo disponibile per Lignano Sabbiadoro, a pari punti (6) con il Sicilia. La differenza l’ha fatta la vittoria (9-2) nello scontro diretto nella giornata d’apertura del campionato, a Cirò Marina. E così, anche nel caso in cui mercoledì sera a Mugnano di Napoli il Viareggio scivoli nel recupero contro i partenopei (la sfida, inizialmente in programma il 21, è stata rinviata di una settimana per permettere ai bianconeri di godere di un giorno in più per smaltire le fatiche europee), potrà comunque proseguire la (complicatissima) rincorsa al tricolore, sapendo già di affrontare ai quarti il Terracina di un altro viareggino – il portiere Matteo Costa – certo di chiudere al secondo posto la fase a gironi.


Ieri i bianconeri avevano cominciato bene, anzi benissimo, con l'uno-due siglato da Ott e Simone Marinai, vanificato però dalla reazione del Lamezia Terme, con le reti di Antonio Mercuri e Andrea Mercurio a ristabilire la parità, con cui si è chiusa la frazione iniziale. In quella centrale il Viareggio aveva allungato di nuovo grazie al piazzato di Stankovic. Tutto inutile, perché nei dodici minuti conclusivi i calabresi hanno rovesciato il risultato con Antonio Mercuri, Morelli e Piazza, rendendo ininfluente la doppietta di Simone Marinai.

Una tappa da dimenticare in fretta, perché mercoledì si torna subito in campo. E guardare al passato non fa certo bene al morale. —

G.N.

© RIPRODUZIONE RISERVATA