Barozzi: «Siamo cresciuti, ora vogliamo questa finale»

Forte dei marmi. Se Francesco Banini è stato l'eroe della magica serata follonichese di gara 2, il vero pilastro del Follonica ancora una volta è risultato Leonardo Barozzi. Beffato unicamente dal rigore di Federico Ambrosio, sono state le sue parate a tenere in partita i maremmani fino al pareggio di Montigel e per entrambi i tempi supplementari.

Barozzi, la serie è ora di nuovo in parità. Quanto la vostra vittoria di mercoledì ha cambiato le carte in tavola negli equilibri di questa semifinale?


«Abbiamo finora ragionato una partita per volta, perciò continueremo a farlo. Il nostro obiettivo è compiere l'impresa e raggiungere la finale: per farlo ci siamo sempre detti che dobbiamo salire tre gradini e per adesso abbiamo solo compiuto il primo passo. L'importante è riuscire a farcela, non importa se il secondo lo saliremo già domenica o in gara 4 al Capannino».

È riuscito a difendere i propri pali in gara 2 nonostante i numerosi tentativi del Forte di chiudere il match nel secondo tempo: c'è stato un momento in cui ha pensato di non farcela?

«No, ma perché non ne ho avuto proprio il tempo. La partita è stata talmente tesa e combattuta che pensavo unicamente alla pallina e dopo una parata la testa era già a quella da fare subito dopo. Riuscire ad allontanare ogni pensiero negativo è stato fondamentale per non mollare l'attenzione sulla partita».

L'inerzia in questo momento potrebbe addirittura premiarvi: in caso di vittoria domenica avreste il potenziale match-point da giocare in casa...

«Sicuramente domenica dovremo fare una partita accorta, perché giocando a questi ritmi nei playoff anche la fatica è un fattore di cui tener conto. Però cercheremo anche di giocarci al meglio ogni carta in nostro possesso per mettere in difficoltà il Forte, come già siamo riusciti a fare per buoni tratti mercoledì: siamo cresciuti molto in questa stagione, vogliamo raggiungere questa finale come coronamento di quella che, comunque, per noi è un'annata di rilancio in vista anche delle prossime stagioni». —

G.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA