Ambrosio vince la stecca d’oro E Gnata è il miglior portiere

Forte dei Marmi. Non sarà il miglior attacco di tutta la serie A1 – il titolo in questo caso va al Lodi con 150 reti segnate – ma per il resto il Forte dei Marmi ha fatto letteralmente incetta di record statistici. Miglior difesa, portiere meno battuto e miglior realizzatore dell'intero campionato: sono questi i tre titoli di cui la squadra rossoblù allenata da Alberto Orlandi potrà fregiarsi ora che si avvicina la parte più calda della stagione, quella in cui a poche settimane di distanza si avvicenderanno la fase finale della Coppa Italia e i playoff scudetto.

Ma andiamo con ordine, partendo dall'ambito premio per la "stecca d'oro" del campionato assegnato al capocannoniere della serie A1: come già avvenuto nel 2019 - l'ultimo anno in cui è stato assegnato, prima della sospensione per la pandemia - il riconoscimento è finito nelle mani del bomber italo-argentino Federico Ambrosio che pur non andando a segno domenica a Correggio ha totalizzato nell'arco della regular season ben 44 centri. Poco più indietro - a quota 39 - il compagno Marti Casas: i due nel 2019 erano riusciti a fare coppia in testa alla classifica marcatori, quest'anno invece a "guastare" (si fa per dire) la doppietta si è inserito Jordi Mendez del Lodi.


Ancor più indicativo delle potenzialità di squadra dei rossoblù è però il titolo di "miglior difesa" del campionato: solo 66 reti subite (ben 6 in meno rispetto al Sarzana, piazzatosi al secondo posto) che hanno garantito al Forte anche la miglior differenza reti (+73, distaccando di ben dieci lunghezze il Lodi). Un risultato che premia il lavoro di tutto il gruppo, ma che esalta in particolare l'impegno tra i pali di Riccardo Gnata: il portiere vicentino, ormai a Forte dei Marmi dal 2016 e già confermato per la prossima stagione, è risultato il miglior portiere della stagione avendo subito 59 reti e stabilito una media (in rapporto con i minuti giocati) di 2,65 gol subiti a partita. —

G.B.

© RIPRODUZIONE RISERVATA