Forte, vincere col Montebello per festeggiare il Natale in vetta

Questa sera (ore 20,45) i rossoblù recuperano la sfida della quarta giornata  In caso di successo aggancerebbero al comando Valdagno e Sarzana

Gabriele Buffoni

forte dei marmi. Mentre il resto del campionato di serie A1 si riposa aspettando le festività natalizie, per il Forte dei Marmi è tempo di tornare nuovamente in pista. Stasera alle 20.45 sarà infatti l'occasione per i rossoblù di Alberto Orlandi di recuperare la prima delle due partite rinviate prima dello stop di novembre (mese durante il quale si sono fermate tutte le competizioni in attesa del nuovo protocollo gare).


I riflettori torneranno quindi ad accendersi al palasport di Vittoria Apuana dove il Forte ospiterà il Montebello nella sfida - relativa alla quarta giornata di campionato - che avrebbe dovuto essere originariamente disputata lo scorso 31 ottobre. Contemporaneamente si giocherà anche Monza-Follonica mentre il match tra Scandiano e Grosseto ha subito un ulteriore rinvio a causa della quarantena imposta alla compagine emiliana dall'Asl di competenza dopo alcuni casi riscontrati nella squadra di serie B (che però ha avuto contatti in allenamento con la prima squadra).

Mister Orlandi ha avuto pochi giorni davvero per preparare la sfida di stasera ma ancor meno ne hanno avuti gli avversari, sconfitti nel posticipo di domenica dal Trissino al termine di una gara comunque intensa e combattuta da entrambe le parti. «Montebello è un avversario da prendere con le pinze - commenta il tecnico rossoblù - non solo hanno individualità importanti come Edo Nicoletti, Massimo Tataranni, Juan Fariza e il portoghese Paiva ma, alla pari del Sandrigo che abbiamo affrontato sabato, sono una squadra in crescita e che finora ha raccolto meno di quanto avrebbe meritato. Certo, hanno un giorno in meno di riposo rispetto a noi e questo potrebbe anche incidere alla lunga sulla tenuta atletica questa sera - ammette - ma non voglio correre rischi per affidarci a tatticismi: ai ragazzi ieri mattina, nella seduta di rifinitura, ho chiesto di partire subito aggressivi, com'è nel nostro dna. Preferirei spezzare subito gli equilibri costringendoli a spingere fin da subito piuttosto che aspettare un calo fisico dei nostri avversari impostando una partita più attendista ma prendendoci il rischio di finire vittima dei loro ottimi tiratori».

I tre punti in palio d'altra parte pesano moltissimo: per il Forte - che si presenta al gran completo, con anche il giovane Morgan Antonioni rientrato dagli impegni con la squadra di serie A2 - è infatti l'occasione di accorciare in maniera sensibile sulle posizioni di vertice della classifica, considerando che Valdagno, Sarzana e Lodi (che attualmente compongono il podio della serie A1) hanno almeno una partita in più già disputata (i liguri addirittura due, non avendone nessuna da recuperare). Con una vittoria, di fatto, i versiliesi potrebbero anche compiere il balzo decisivo e approdare in prima posizione proprio alla pari con Valdagno e Sarzana. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA