Torre del Lago, cancellata una sezione dell’asilo. Le mamme: «Così classi-pollaio»

Alla materna Borgo 1 i genitori sono preoccupati per il futuro dei loro figli: inizia la battaglia con gli striscioni appesi fuori dalla scuola

viareggio. Battagliano le mamme dei bambini che frequentano il primo anno di asilo della scuola dell’infanzia Borgo 1 di Torre del lago: per ora lo fanno con striscioni-lenzuolo – li hanno stesi ieri mattina fuori dall’istituto (vedi foto) – ma sono motivate a continuare con altre iniziative, nei prossimi giorni. «Ci è stato comunicato che a settembre la classe che oggi frequentano i nostri figli verrà eliminata», dice Angela Miluccio che si fa portavoce dei timori di padri e madri che si trovano nella sua stessa situazione. E vediamo dunque qual è il problema.

A settembre sono state costituite quattro classi prime con le sezioni a, b, c, d: «Quattro, sia perché c’erano tanti iscritti – spiegano – ma anche per garantire il distanziamento sociale in funzione anti-contagio da Covid». Il prossimo settembre sarà un’altra storia, al netto di correttivi: ci saranno soltanto le classi prime a, b e c mentre la quarta sezione verrà cancellata, spiegano ancora. «E i nostri bambini – dettaglino – verranno smistati qua e là». C’è del rammarico soprattutto per gli ottimi risultati – così li definiscono i genitori – che fin qui erano stati raggiunti: «I nostri figli – sottolinea Angela Miluccio – hanno fatto un percorso con le loro insegnanti che sono state molto capaci e competenti con loro, che sono molto piccoli: hanno tra due e tre anni. E adesso, per il prossimo anno, invece, si prospettano classi-pollaio da 30 bambini».


Lo smistamento riguarda circa 18 piccoli allievi e porta con sé – in teoria – anche il taglio di due insegnanti. I genitori non ci stanno: «E la nostra battaglia – dicono – è per ottenere una garanzia di almeno un triennio».
Ieri, per il momento, hanno dimostrato tutto il loro disappunto le mamme della classe prima della sezione d, ma per martedì è in agenda un ritrovo fuori dall’asilo a cui sono invitati i genitori di tutti gli iscritti della scuola. Legato alla cancellazione c’è anche un secondo effetto, secondo i genitori: la perdita di posti per cui «alcuni bambini neo iscritti resteranno fuori».

«La mancata autorizzazione della quarta classe prima da parte dell’Ufficio scolastico territoriale – interviene Alberto Pardini, consigliere comunale della Lega – è inaccettabile e ingiustificabile. Tale taglio di una sezione funzionante e con insegnanti di ruolo, se confermata, comporterà un danno socio educativo enorme: impedirà nuovi ingressi, rendendo ancor più affollate le altre sezioni, e lascerà decine di famiglie tagliate fuori da questo importante servizio. Siamo di fronte all’ennesimo e inaccettabile tentativo di svilimento della comunità di Torre del Lago». Pardini informa di aver interessato della questione la capogruppo in consiglio regionale Elisa Montemagni «che ha provato, sia informalmente che formalmente, a portare la questione all’attenzione dell’assessora regionale all’istruzione Alessandra Nardini, a oggi senza riscontro: presenteremo comunque un atto dedicato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA