Viareggio in lutto, la nautica piange storico dirigente: «Una vita a bordo»

È scomparso a 78 anni. Aveva lavorato alla Società esercizio cantieri. Apprezzato anche in Codecasa dove aveva concluso la carriera

VIAREGGIO. È deceduto all’ospedale Versilia dove era ricoverato Bruno Lofrese, 78 anni, ex dirigente della Sec (Società esercizio cantieri). Lofrese, prima di andare in pensione, aveva concluso la propria carriera nel cantiere Codecasa in Darsena. Lofrese è stato uno degli uomini di fiducia di Renzo Pozzo, che nel 1977 arrivò da Udine per subentrare come amministratore nel cantiere viareggino, poi fallito. In quel periodo era sicuramente uno dei più importanti in Italia per la costruzione di rimorchiatori, motopescherecci e tonniere che aveva acquirenti nel sud Italia, ma anche all’estero sulle coste atlantiche della Francia, nel nord Europa, come in Svezia e Danimarca. Chiusa la Sec, Lofrese si trasferì al cantiere Codecasa, fino a che poi non è andato in pensione.

Nell’ottobre scorso è iniziato il suo calvario in seguito a un infarto, che lo ha portato ad una infezione: dopo un periodo di degenza a Cisanello, sembrava che si fosse ripreso, anche se le sue condizioni cliniche restavano serie. Poi è dovuto ritornare in ospedale al Versilia, ma i familiari per il 31 dicembre l’hanno portato a casa per stare insieme nell’ultimo giorno dell’anno. Dopo una ulteriore ricaduta è stato costretto ad un nuovo ricovero alVersilia, dove è deceduto.

A questo proposito il figlio Fabio a nome dei familiari intende ringraziare il personale del pronto soccorso del Versilia e del reparto di alta intensità, per la professionalità e la disponibilità avuta. Bruno Lofrese è stato anche insegnante di tiro a segno al Poligono a Pietrasanta, aveva infatti l’hobby sportiva di tiro con la carabina e con la pistola. Era inoltre tifoso della Fiorentina, la sua squadra del cuore che quest’anno gli stava regalando delle belle soddisfazioni. Lascia la moglie Daniela, il figlio Fabio, le nipoti Anna e Sofia ed i parenti tutti. Il funerale a cura delle onoranze funebri Ferrante è fissato stamani alle 10 presso la chiesa della Madonna del Consiglio al Terminetto, dopo, la funzione religiosa proseguirà per la cremazione a Livorno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA