Covid, ex bancario muore a 79 anni all'ospedale Versilia: doveva fare la terza dose

Ricoverato in ospedale aveva patologie pregresse. Aveva lavorato a Camaiore nella filiale del Monte dei Paschi. Lascia le tre figlie

VIAREGGIO.È deceduto a causa del Covid all’ospedale Versilia, dove era stato ricoverato per problemi respiratori e una bronchite, con problemi anche ai reni che ne hanno complicato le sue condizioni di salute. Alessandro Morotti, aveva 79 ed era rimasto vedovo da tempo della moglie Annamaria Favilla. Lascia le figlie Sarah e Silvia, oltre le sorelle e i fratelli, Fiorella, Francesco, Giuliano e Rossana e gli amici, che oggi sono in lutto per questo epilogo inatteso. Il settantanovenne, infatti, doveva effettuare la terza dose del vaccino, ma certamente alcune patologie pregresse hanno complicato le sue condizioni di salute, che purtroppo non gli hanno permesso di superare la crisi che ha avuto dopo il contagio.

Questo malgrado le cure dei sanitari dell’ospedale Versilia. Morotti ha lavorato alla filiale di Camaiore della banca Monte dei Paschi di Siena, ed era perciò conosciuto in paese. È stato per molti infatti un punto di riferimento per tutta la comunità. Gli amici lo ricordano nelle sue passeggiate in via di Mezzo, dove l’hanno incontrato proprio di recente, ed è per questo che essere venuti a conoscenza di questa disgrazia li ha colpiti davvero tutti. Non se l’aspettavano e per questo motivo si sono stretti intorno ai familiari per riuscire a superare un momento davvero molto triste per tutti loro. Alessandro Morotti è stata una persona che ha lasciato un bel ricordo in tutti quelli che ha conosciuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA