Stiava in lutto: è morto Roberto, appassionato di sport e canto

Gemignani aveva 64 anni. Negli anni Settanta aveva giocato nella squadra del paese come stopper. Poi era passato al pugilato

MASSAROSA. Tutto il paese di Stiava ha voluto salutare nel pomeriggio di sabato 27 novembre Roberto Gemignani, 64 anni deceduto all'ospedale Versilia. Era un personaggio conosciuto e amato da tutti per il suo modo di vivere un po' eccentrico: amante del canto, tanto che erano in molti che adesso rimpiageranno di non essere svegliati la mattina dalle sue canzoni sotto le finestre, oppure di non poterlo più incontrare ai lavatoi.

Da ragazzo ha giocato a calcio nello Stiava e lo ricorda il suo compagno Moreno Rossi, che di quella squadra era il portiere: «Lui era lo stoppper della nostra formazione con la quale negli anni ’71-’72 vincemmo con i Giovanissimi il trofeo Unipol. Sono stati per tutti noi anni indimenticabili. Poi lasciò il calcio per intraprendere la disciplina del pugilato, prese parte a diverse competizioni in tutta la Toscana e prometteva bene, ma decise di lasciare dopo quattro, cinque anni. Peccato perchè avrebbe avuto la possibilità sicuramente di togliersi delle belle soddisfazioni. Lo sport comunque l'ha sempre attirato, tanto che per mantenersi in forma faceva spesso a piedi il tragitto Stiava-Viareggio, ci teneva a farlo sapere, come per sfidare magari qualcuno ad imitarlo. La sua scomparsa mi dispiace davvero tanto, come del resto a tutti i nostri paesani, perchè Roberto, ma in tanti lo chiamavano Robè si era fatto ben volere, nonostante la sua eccentricità tutta particolare. Non dava fastidio a nessuno ed in questo momento triste sono giunte ai familiari tante attestazioni di affetto».


Fin da venerdì,quando la salma è stata portata alla Casa funeraria Ferrante a Viareggio sono stati in molti a rendergli omaggio, come del resto ieri in chiesa. Robè conosceva tantissime canzoni, che – ricordano gli amici – intonava «con una voce roca da rockstar». Era una bella persona, educata, gentile, rispettosa, che mancherà a molti. Lascia la mamma, due fratelli, una sorella, mentre il padre Amleto che aveva una torrefazione a Stiava è deceduto da tempo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA