Via al restauro delle "Oceaniche" di Turcato: ecco i tempi e quanto costerà al Comune di Viareggio

Qualcosa sembra muoversi, almeno sul piano amministrativo, per l’opera che il grande artista aveva donato all'amministrazione e che per decenni era stata “ospitata” in piazza Puccini.

VIAREGGIO. Costerà 300mila euro restaurare le Vele di Turcato. La cifra è stata messa nera su bianco dal Comune, nella proposta di variazione di bilancio che – come prevede la legge che regola il funzionamento degli enti locali – dovrà essere approvata dal consiglio comunale durante la prossima seduta.Nel dettaglio – si spiega nella proposta di delibera – 100mila euro è l’onere previsto nel corso di quest’anno, mentre per il 2022 si sale a 200mila euro.

Qualcosa, dunque, sembra muoversi, almeno sul piano amministrativo, per l’opera che il grande artista aveva donato al Comune di Viareggio e che per decenni era stata “ospitata” in piazza Puccini.


Prima di venir rimossa (era il dicembre del 2019) al termine delle operazioni di riqualificazione dell’area. Da quel momento quello delle Oceaniche è diventato una sorta di tour, non sempre in prima classe: dal deposito comunale a un capannone di Sea Ambiente, fino a Villa Borbone.

Della vicenda si sono occupati anche i funzionari dell’Istituto centrale del restauro. E pure la Soprintendenza, che ha messo l’accento su un punto preciso: le Vele dovranno ritornare, una volta restaurate, proprio in piazza Puccini. Non si tratta di una “bizza”, ma di una decisione che ha una ragione precisa: quella è infatti la sistemazione che lo stesso maestro Turcato aveva pensato per la propria opera, al momento del dono a Viareggio.

Una vicenda che non interessa solo la politica o gli appassionati di arte. Lo ha dimostrato anche quanto successo durante il recentissimo Carnevale, dove un gruppo di ragazzi viareggini si è per l’appunto vestito da Oceaniche: un modo per sensibilizzare sulla questione che è andato pienamente a segno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA