Grandi manovre dentro il Pd di Pietransanta: Neri lascia, Conti capogruppo

L’ex candidato sindaco incorona il successore: «Ha possibilità di candidatura». In consiglio subentrerà Irene Tarabella: «Formiamo un bel gruppo di giovani»

PIETRASANTA. Ettore Neri si dimette dal consiglio comunale: un'uscita di scena, quella del capogruppo del Partito Democratico, che era nell'aria da settimane, ma che lo stesso Neri ha voluto ufficializzare all'indomani dell'esito delle elezioni di Seravezza.

«Una scelta condivisa, già tempo fa, con il segretario del Pd Rossano Forassiepi e con il partito: abbiamo però preferito aspettare per evitare strumentalizzazioni legate al voto di Seravezza. Ritengo che sia arrivato il tempo di “liberare” le energie e le risorse del nostro partito anche in sede di consiglio comunale: Nicola Conti, che è un leader naturale e ha grandi capacità e prospettive di ricandidature – spiega Neri – farà il capogruppo mentre Irene Tarabella subentrerà in consiglio portando la sua competenza e passione nonostante la giovane età. Per me è stato un onore fare il candidato a sindaco prima e il capogruppo consiliare poi e ringrazio chi mi ha scelto e sostenuto: adesso è tempo che la mia esperienza sia messa a disposizione dei più giovani. Ho cominciato a fare politica come assessore a Seravezza a 19 anni: d'intesa con il segretario Forassiepi mi ritaglio un altro ruolo, quello di coordinatore dei lavori e dei gruppi consiliari. Aiuterò i giovani che costituiranno la nuova classe dirigente in alternativa all’amministrazione più scadente della storia di Pietrasanta, quella con sindaco Alberto Giovannetti».


Neri è stato salutato con parole di stima da parte del nuovo capogruppo Conti. «Sono legato a Ettore da affetto personale e lo ringrazio per la fiducia che mi ha dato fin dal primo giorno. Con la sua scelta ha dimostrato ancora una volta il suo spessore umano e politico. In consiglio comunale la nostra azione sarà sempre la stessa, corretta, ma senza sconti. Tenendo poi conto che andiamo verso una lunga campagna elettorale».

Soddisfatta e emozionata, al tempo stesso, Irene Tarabella, 29 anni, insegnante, che alle amministrative del 2018 ottenne 259 preferenze, le stesse di Luca Mori e che è alla sua prima esperienza come consigliere comunale. «Ringrazio Ettore Neri per quanto dato a tutti noi: sono pronta a fare la mia parte, anche come referente e riferimento delle frazioni collinari che ben conosco. E mi rende felice che oltre alla sottoscritta, nel partito, ci sia un importante gruppo di giovani». Parole di plauso a Neri anche da Lorenzo Borzonasca, Insieme per Pietrasanta. «Il rammarico è avere fatto con Neri pochi consigli comunali in presenza vista l'emergenza sanitaria. Ma è sempre stato disponibile e di grande supporto a tutti noi».

Non ha dubbi Forassiepi: «Neri è stata una grande occasione persa per Pietrasanta, ma la sconfitta del 2018 non gli ha impedito di creare forte aggregazione intorno alla sua figura e al Pd cittadino, calamitando forze nuove, soprattutto giovani. Un ruolo di aggregatore, motore e maestro, anteponendo le ambizioni personali al bene della comunità Oggi ha deciso di lanciare chi ha accompagnato il suo percorso a Pietrasanta verso una nuova forma di impegno. Gli abbiamo chiesto di rimanere ad affiancare i gruppi consiliari come coordinatore:anche in questo nuovo ruolo darà un contributo fondamentale. Nel frattempo congratulazioni al nuovo capogruppo Conti e a Irene Tarabella per il suo nuovo percorso».

La chiosa di Forassiepi è su un'ipotetica alleanza, in ottica elezioni 2023, con Italia Viva: «Il Pd porterà avanti programmi specifici su valorizzazione del nostro artigianato, rilancio del turismo, tutela dell'ambiente e piano urbanistico a consumo zero: se Italia Viva si riconoscerà, come io penso, in questi temi, bene, se invece vorranno prendere a prescindere, altre strade, saranno loro a dovere spiegare ai cittadini come si fa ad andare a braccetto con chi hai combattuto per anni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA