L’ex presidente della Fondazione Carnevale contro i commercianti: «Ecco perché avete torto»

Bersaglio di Santini le dichiarazioni rilasciate dal presidente di Confcommercio, che al Tirreno ha confermato che è in corso la valutazione del danno subito con la Passeggiata chiusa durante le sfilate  

viareggio. Parole che hanno fatto subito discutere quella che nel tardo pomeriggio di ieri ha diffuso attraverso la propria pagina Facebook l’ex presidente della Fondazione Carnevale Alessandro Santini, oggi capogruppo della Lega in consiglio comunale. «Cari commercianti della Passeggiata», scrive Santini che in un video precisa di parlare a titolo personale e non del partito che rappresenta, «siete indifendibili. La vostra presa di posizione è agghiacciante: se siete coerenti, chiudete anche a febbraio». Bersaglio di Santini le dichiarazioni rilasciate da Piero Bertolani, presidente di Confcommercio, che al Tirreno ha confermato che è in corso la valutazione del danno subito dai commercianti con la Passeggiata chiusa per i Corsi tra settembre e ottobre, con la prospettiva di una richiesta danni.

«Chiedere i danni alla Fondazione Carnevale è un’azione ridicola e autolesionista da città “piccinina” di provincia», insiste Santini aggiungendo: «Allora vengano tappate tutte le vetrine dei negozi che stanno chiusi durante i Corsi di Carnevale, oppure i commercinanti paghino la Fondazione per la pubblicità gratuita che ricevono con le migliaia di persone per che vedono i loro negozi e i loro prodotti durante il Carnevale. Non si è mai vista una cosa ridicola come questa: è come se a Siena i commercianti di Piazza del Campo chiedessero i danni per il Palio. La richiesta danni dei commercianti è di alcuni milioni e la loro proposta è di fare preferibilmente il Carnevale concentrato in pochi giorni: sì, magari i lunedì mattina, quando i negozi sono chiusi. Ma dove vogliamo andare? Siamo destinati all’estinzione. Alla vergogna non c è mai fine». Il dibattito via social si fa infuocato. E più di uno commenta: «Adesso sappiamo in quali negozi non andare».


In serata torna a farsi sentire Bertolani: «Mi meraviglio che un consigliere di opposizione usi queste parole a fronte di una manifestazione della quale era annunciato il “buco”, non negato dalla stessa Fondazione. Il Carnevale voluto, senza dialogo con nessuno, ha prodotto un debito accertato e dichiarato. Questo non può che essere messo in evidenza».

Donatella Francesconi

© RIPRODUZIONE RISERVATA