Disabile caduta nella buca nel centro di Pietrasanta, la promessa dell’assessore: «Rifaremo la strada»

La risposta del Comune dopo la segnalazione della donna al Tirreno: «Ha ragione, il marciapiede di via Sauro è indecoroso»

PIETRASANTA. Il marciapiede di via Sauro, dissestato e generoso per buche e fondo sdrucciolevole, sarà «rifatto completamente il prossimo anno. E non sarà l’unico intervento che abbiamo in programma in zona». Parole, quelle dell’assessore Matteo Marcucci, che arrivano all’indomani dell’amara segnalazione di una persona, con gravi problemi di deambulazione, inciampata e caduta rovinosamente proprio a causa del calpestio disastrato del marciapiede on questione.

«Hanno rifatto completamente piazza Carducci senza allungare lo sguardo al vicino marciapiede che da anni versa in condizioni indecenti. Come persona, purtroppo alle prese con una seria disabilità, mi sento ferita e umiliata da questa situazione», le parole della nostra lettrice. Parole che, ovviamente, hanno lasciato il segno a palazzo comunale. «Mi dispiace enormemente per quanto accaduto alla signora e comprendo la sua amarezza: ha assolutamente ragione, quel marciapiede è in uno stato indecoroso e va rifatto. Ed è quello che avevamo già previsto - precisa Marcucci - per il prossimo anno. I marciapiedi che vanno dalla zona della piazza delle Poste fino a Porta a Lucca necessitano di essere sistemati: lo stanziamento è già stato formalizzato, va definita tutta la parte burocratica. Interverremo anche in piazza IV Novembre, a Marina di Pietrasanta e lungo via Provinciale per Vallecchia fino al liceo artistico Stagi».

Nei mesi scorsi il Comune aveva patrocinato un meritevole progetto a firma dell’associazione Luccasenzabarriere. Studio che aveva certificato che 6 negozi su 10, nel centro storico, sono inaccessibili alle persone con problemi di deambulazione. In sostanza su 72 attività censite solamente 30 risultano libere da barriere architettoniche. Il problema è che non solo il privato, ma anche l’ente pubblico non sembra tutelare, in alcune sedi cittadine, come nel caso della nostra lettrice, le persone disabili.

«Con i commercianti apriremo un confronto: sono allo studio alcune agevolazioni in modo da favorire il posizionamento di pedane e garantire l’accesso funzionale e in sicurezza delle persone in carrozzina e con altra disabilità» annuncia l’assessore al sociale Tatiana Gliori mentre Gilberto Dati, presidente della Uildm Versilia conferma: «Lo stato del marciapiede di via Sauro è notoriamente in condizioni inaccettabili e, in via formale, lo avevamo fatto presente al Comune. Non ho letto la testimonianza di questa persona, ma comprendo bene la sua amarezza. Anche il marciapiede lato monte di Vallecchia necessita di lavori». C’è’poi un altro aspetto innescato dalla scarsa civiltà di alcuni automobilisti che lasciano il proprio mezzo abitualmente in sosta lungo i marciapiedi, come nel caso del tratto compreso fra Pontestrada e Ponterosso: dove il rispetto e il buonsenso non arrivano forse sarebbero utili maggiori controlli. Anche se niente può attenuare l’umiliazione provata da chi è costretto a fare lo slalom, in carrozzina o sorretto da un bastone, fra auto e buche o rinunciare ad accedere ad un palazzo o a un’attività per la presenza di barriere vergognose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA