Contenuto riservato agli abbonati

Il questore chiude per 5 giorni il MamaMia a Torre del Lago

Il MamaMia a Torre del Lago

Una lunga sequela di episodi di violenza culminata con l’accoltellamento di due fratelli ha fatto scattare il provvedimento in vigore da ieri

TORRE DEL LAGO. Troppi episodi di violenza durante l’estate nei pressi del MamaMia di Torre del Lago. Il questore di Lucca ha chiuso per cinque giorni, a partire da ieri, uno dei locali più frequentati dagli amanti della vita notturna in Versilia. Da tempo il MamaMia era “osservato speciale”: risse, litigi e aggressioni, insieme agli assembramenti, hanno animato le notti lungo viale Europa e nelle vicinanze del locale che proprio per questa sera aveva in programma l’evento “Come prima più di prima”. Il recente accoltellamento di due fratelli, è stato l’ultimo della serie. «Un episodio di rilievo dopo molteplici segnalazioni di situazioni al limite avvenute nei pressi del locale» ha spiegato la polizia.

Segnalazioni e denunce presentate dai cittadini raccontano di gravi comportamenti nelle aree di pertinenza del locale. Clienti che trascorrono la serata nel disco-bar e poi creano problemi all’esterno. Nel mirino è finita la somministrazione di alimenti e bevande. «Che per le modalità con cui era gestita creava occasioni di richiamo, talvolta degenerate in veri e propri rischi per l’incolumità personale e la salute pubblica per le modalità delle condotte violente assunte», si legge in una nota della questura. Fin dall’apertura dei locali dopo i mesi di stop legati al Covid le forze dell’ordine sono state costrette a intervenire più volte sulla Marina. Neppure l’ordinanza adottata dal sindaco di Viareggio per spegnere la musica all’una di notte nei locali lungo viale Europa è riuscita a contenere la malamovida.


Al tempo stesso numerosi sono stati nei mesi estivi, infatti, i controlli delle forze di polizia al fine di prevenire il rischio di degenerazioni di tal genere. Una situazione che non è stata scalfita dal provvedimento preso dal sindaco Del Ghingaro (fra l’altro in “parallelo” con il collega di Camaiore Alessandro Del Dotto).

La situazione ha indotto il questore della Provincia di Lucca, sulla base delle informative del commissariato di Viareggio, a emanare il provvedimento di chiusura. Un atto, è l’auspicio della questura, che dovrebbe indurre a una più consona modalità di gestione del locale.

A luglio, subito dopo la ripartenza del divertimento, dalle immagini diffuse in rete si capiva che le regole ed i divieti delle discoteche non “esistevano” per bar e disco pub che si affacciano sul lungomare di Torre del Lago. Musica, balli, nessun distanziamento e pochi clienti con l’attitudine a usare la mascherina. Alla riapertura del MamaMia le forze di polizia torneranno a controllare se la “musica” è cambiata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA