I lavandini “verdi” ideati a Viareggio vincono a Milano l’Oscar del design

Gabriele Pardi e Laura Fiaschi

Importante riconoscimento per Gumdesign: la cerimonia durante il Salone del mobile. Ecco in cosa consiste il prodotto vincente

VIAREGGIO. Una grande soddisfazione per lo studio di progettazione viareggino Gumdesign che – dopo aver ricevuto la nomination per due anni consecutivi – si è aggiudicato l’Oscar del Design, l’Edida (Elle deco international design awards), consegnato il 7 settembre durante le cerimonia di premiazione a villa Necchi Campiglio alla presenza delle venticinque redazioni internazionali di Elle Decoration. L’azienda di Laura Fiaschi e Gabriele Pardi si è aggiudicata quello che è considerato il premio più importante nel design con la collezione Borghi. E si tratta di una creazione tutta toscana: Gumdesign, che ha sede in via Coppino in Darsena, è disegnata per una delle più importanti aziende internazionali del settore bagno, la Antoniolupi che ha sede a Cerreto Guidi.

Borghi è un lavabo “freestanding” che abbatte i confini esistenti tra materiali diversi creando un oggetto che trae ispirazione dai piccoli borghi incastonati sulle colline della Toscana. Nasce dall’accostamento di due materiali antitetici: il sughero, totalmente naturale, e il Cristalmood, frutto della tecnologia più avanzata nel settore della ricerca dei materiali. Elle deco international design awards è un evento internazionale unico in cui i 25 direttori della rete internazionale Elle Decoration si riuniscono per premiare l'eccellenza mondiale del design in 14 categorie. La cerimonia di premiazione annuale si svolge a Milano durante il Salone del Mobile, la principale fiera mondiale dedicata al mondo del design internazionale: dal 2003 alcuni dei designer più famosi del mondo hanno ricevuto i premi Edida ed i vincitori sono annunciati nelle edizioni Elle Decoration in tutto il mondo.


Elle Decor Italia ha nominato – a marzo 2021 – la collezione Borghi come miglior prodotto del settore bagno 2020 con questa motivazione: «Sperimentazione materica e tradizione italiana si accostano in un connubio originale in questa linea di lavabi freestanding. La peculiarità è la base in sughero, naturale o tostato, che regge bacini in Cristalmood, resina trasparente brevettata dal brand. La linea è firmata dai toscani Gumdesign, alias Laura Fiaschi e Gabriele Pardi, che prendono ispirazione da Bolgheri, l’incantevole paese della Maremma, per le nuance Gran Cru, Oleo e Ceruleo che richiamano le cromie di ulivi, vino e cielo».

«La ricerca, l’innovazione e l’avanguardia sono da sempre sinonimo dell’operato di Antoniolupi che negli ultimi anni ha visto la propria gamma arricchirsi di manufatti unici, di progetti inconsueti e carichi di fascino. Ancora una volta l’azienda toscana stupisce attraverso una nuova sfida che vede come fulcro un materiale, il sughero, antico e poliedrico, interpretato secondo la filosofia progettuale dell’azienda e con l’estro creativo di Gumdesign», spiega Andrea Lupi. Borghi è un prodotto che presenta tecnologie innovative applicate a materiali che derivano da altri settori e che presentano il fondamentale aspetto della sostenibilità nella produzione, lavorazione e del fine vita (secondo i dettami dell’economia circolare).

È infatti un lavabo totalmente ecosostenbile a partire dal basamento che è realizzato con il recupero del sughero, colato in stampi con resine naturali e poi rifinito a mano per ottenere un effetto tattile morbido. Il sughero, da parte sua, è un materiale leggero, flessibile, resistente, riciclato e riciclabile al 100%. L'importanza di questo progetto è legata anche alla solidarietà e all'implementazione di processi di economia circolare che hanno creato un circuito virtuoso sul territorio per la raccolta dei tappi e la loro lavorazione successiva. Anche il Cristalmood ha la una valenza ecosostenibile: è infatti un prodotto industriale, riciclabile e durevole nel tempo in quanto ripristinabile e resistente a graffi, usura e colpiture. «È con innegabile soddisfazione – spiegano da Gumdesign – che abbiamo potuto verificare la risposta positiva del mercato internazionale che ha dimostrato un immediato interesse verso questo prodotto con un susseguirsi di pubblicazioni su riviste, social network in tutte le parti del mondo– una soddisfazione che diventa ancora più grande con il premio Edida 2021, il "premio dei premi" che vede riconoscere dai 25 direttori Elle Decor nel mondo i prodotti più significativi del panorama internazionale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA