Forte, rubati gli incassi delle farmacie comunali: aperta un’indagine

La rivelazione choc dell’amministratore unico Marco Verona durante il consiglio comunale

FORTE DIE MARMI. Ammanchi di denaro negli incassi delle farmacie comunali: indagano i carabinieri. «Abbiamo subito due furti», ammette, fra lo stupore dei consiglieri comunali presenti alla seduta convocata giovedì scorso a Villa Bertelli, Marco Verona, amministratore unico della Multiservizi, la società che fra le sue diverse competenze ha anche appunto la gestione delle tre farmacie presenti sul territorio: Vittoria Apuana, Vaiana e Roma Imperiale.

Un vero e proprio caso che va ad aggrovigliarsi con un’altra vicenda innescata da due interrogazioni a firma di Giampaolo Bramanti, Identità fortemarmina e Rachele Nardini, Obiettivo Forte. «Due persone mi hanno sottoposto una domanda. In sostanza hanno chiesto se la Multiservizi – le parole di Bramanti – abbia o meno assunto la compagna dell’amministratore delegato Verona come addetta alla consegna di pacchi delle farmacie, ritiro e consegna degli incassi giornalieri. È vero? E nel caso l’amministrazione ne era a conoscenza e quale tipo di contratto sarebbe stato fatto?». Dello stesso tenore l’intervento di Nardini. «Mi hanno riferito che una persona, molto vicina all’amministratore Verona, consegna pacchi e incassi per la farmacia: mi auguro che non sia vero perché dobbiamo sempre dare un buon esempio e vanno evitate le scelte inopportune. Spero quindi che non sia così – ha aggiunto Nardini - anche perché se fosse si proseguirebbe sulla stregua di altre scelte come il capo gabinetto cugino del sindaco. oppure con Villa Bertelli che aveva scelto a suo tempo come broker la moglie dell’amministratore. oppure ancora quando lo studio dell’assessore Mazzoni era stato, per un periodo, il consulente di Villa Bertelli».


Da qui la presa di posizione e la replica di Verona: «Sulla presunta assunzione alla Multiservizi di una persona a me cara, devo innanzitutto dire che non ci sono più tanti legami fra il sottoscritto e questa stessa persona», le parole dell’amministratore unico che poi entra nel merito della vicenda. «L’azienda Multiservizi ha avuto due furti di denaro degli incassi delle farmacie. Ovviamente è seguita una denuncia ai xarabinieri del comando locale i quali mi hanno consigliato, nell’attesa della conclusione delle indagini e che vengano appurate o meno responsabilità della vecchia società, di fare svolgere e di affidare il ruolo di gestione del denaro a una persona di estrema fiducia. Vista la situazione che si era venuta a creare e non avendo sul momento la possibilità di trovare chissà chi ho chiesto una mano a questa persona che, sia chiaro, non è dipendente della Multiservizi anche perché come società non possiamo ovviamente assumere senza concorso. E sempre questa persona mi sta dando una mano dietro un rimborso veramente ridicolo. Quando, ad indagini concluse, saranno trasmessi gli atti alla Procura, affideremo ad una società ad hoc l’incarico per lo svolgimento dei servizi in questione», la conclusione di Verona che ieri abbiamo contattato, ma che non ha voluto aggiungere commenti alla vicenda. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA