Spazzamento non sospeso, caos e multe in tutto il centro

Viareggio, la testimonianza: «Ho contattato il Comune ma non mi hanno presa in considerazione. Tra lavori, tavoli dei locali e sosta vietata si impazzisce»

VIAREGGIO. Spazzamento delle strade anche in estate, anche in tutto il centro città, anche nella piazza Mazzini di fronte al mare dove alle 19,01 si presentano gli agenti della polizia municipale pronti a multare chi non ha rimosso le auto in vista dello spazzamento il cui inizio è fissato per le 19 con termine alle 22, nel pieno della attività commerciale, degli aperitivi e delle cene sul mare. Attività di pulizia svolta con le spazzatrici e non a mano, per cui spostare le auto è d’obbligo se si voglio avere strade un minimo presentabili. Per il secondo anno consecutivo, il Comune di Viareggio ha scelto di non sospendere lo spazzamento: «Una vergogna per una città turistica, dove in piena estate ci sono i lavori per la fognatura in centro, dove le ambulanze della Misericordia sono parcheggiate in via Veneto proprio a causa degli stessi lavori, dove i ristoranti hanno aumentato l’occupazione del suolo pubblico», è la testimonianza della signora Susanna Melani. Che continua: «Ho provato a contattare sia telefonicamente che via email gli Enti preposti, senza risposta».

In realtà una risposta c’è stata, di questo tenore, da parte della segreteria dell’ufficio urbanistica: «A seguito della sua richiesta di appuntamento con l’assessore Federico Pierucci, avente come oggetto “Spazzamento venerdì sera in centro”, le chiedo cortesemente di relazionare più dettagliatamente il problema, in modo da valutare se la richiesta è possibile valutarla con gli uffici prioritariamente». Un giro di parole che ha come unico effetto quello di rinviare qualsiasi ipotesi di soluzione. —