Bagno di folla per Salvini: «Candidato civico a Camaiore»

Il leader della Lega ha fatto tappa al gazebo degli attivisti sul Pontile di Lido. «Coalizione unita» e poi il passaggio per convincere Larini per Massarosa

LIDO DI CAMAIORE.Salvini show al Pontile. Il leader della Lega ha fatto tappa sabato mattina lungo la Passeggiata e ha fatto il pieno di consensi. Se fosse stato un cantante, avrebbe fatto il tutto esaurito. C’erano tutti i suoi che lo hanno appoggiato, l’entourage versiliese che è arrivato a dare una mano e tanti curiosi. Dietro al banchetto installato proprio al lato dell’ingresso al Pontile per raccogliere firme ai sei referendum la fila era numerosa per farsi un selfie insieme al Capitano. Ognuno con una parola di incoraggiamento. «Dai Matteo», «Sei tutti noi».

E lui non si è risparmiato: cotto dal sole cocente delle 11, ha diligentemente sorriso alle fotocamere di tutti i suoi ammiratori. «Le cento firme di Lido di aggiungono a quelle di Massa, di Forte e di tutte le altre città dove le stiamo raccogliendo. Per questo dobbiamo andare avanti e continuare nella nostra battaglia».


La tappa a Lido sembra non essere esattamente buttata a caso: tra poco meno di un anno il centrodestra dovrà combattere per riprendere Camaiore dopo dieci anni di guida del centrosinistra moderato di Alessandro Del Dotto. Una sfida non proprio facile, considerando che la coalizione rossa ha di fatto già individuato un possibile candidato in continuità amministrativa: il vicesindaco Marcello Pierucci.

Che i giochi siano ancora tutti da fare, non è in discussione. Ma Salvini ha già dato un’indicazione: «Come saranno le elezioni amministrative in Versilia? - dice - stiamo già lavorando, abbiamo delle squadre in testa e vediamo come si concretizzeranno. È troppo dire che la Lega si vuole prendere Camaiore: noi ragioniamo di squadra. Il nostro obiettivo, qui ma anche altrove, coinvolgere i civici, i professionisti, gli imprenditori, e creare un centrodestra allargato con la Lega come guida».Ed è forse per questo che Salvini nella sua permanenza versiliese ha fatto una piccola tappa anche a Villa Grey a Forte per convincere Fabrizio Larini a diventare il candidato del centrodestra.

Accanto a lui, all’evento lidese c’erano i suoi fedelissimi: da una parte la capogruppo in consiglio regionale Elisa Montemagni che nella sua Massarosa deve sta trattando appunto per il nome del post-Coluccini, dall’altra il consigliere comunale Alessandro Santini che alcuni indicano come papabile candidato per Camaiore e con il quale proprio Salvini ha potuto scambiare qualche parola facendo due passi sopra al Pontile. Proprio con Santini sulla cima del Pontile il Capitano ha voluto registrare un video (postato poi sui suoi social) in cui racconta la storia del consigliere versiliese, omosessuale di destra dichiarato che si è detto discriminato dalle persone della sinistra e per questo ha ricevuto numerosi messaggi d’odio su Facebook. Una storia raccontata anche su queste pagine nei mesi scorsi.

Il tour salviniano, ormai un must dell’estate, è proseguito poi verso sud in Toscana: Tirrenia, Piombino e domani Orbetello. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA