In migliaia al corteo per ricordare la strage di Viareggio

Grande partecipazione alla manifestazione che tornava dopo l'anno della pandemia

VIAREGGIO. Corteo affollato. Migliaia di persone in piazza per ricordare la strage di Viareggio. Per l’anniversario del 29 giugno a guidare la testa del corteo ci sono le associazioni dei familiari delle vittime. A seguire i gonfaloni delle amministrazioni: in testa quella di Viareggio che vede assente il primo cittadino Giorgio Del Ghingaro (a portare la fascia per lui l’assessore Valter Alberici); poi la Regione Toscana con l’assessore Baccelli e le amministrazioni della Versilia.

Il corteo è sceso in strada non solo per ricordare il disastro ferroviario ma anche per chiedere giustizia: “A sei mesi dalla sentenza la vergogna: motivazioni ancora latitanti”. A ricordare che la Cassazione non ha pubblicato ancora le motivazioni della propria sentenza. La Passeggiata, addobbata con i tavolini dei ristoranti all’esterno, si è fermata per rendere omaggio al corteo. Dai locali tutti fermi al passaggio e un applauso scrosciante di vicinanza. La destinazione: via Ponchielli, il luogo dove è avvenuto il disastro che è costato la vita a 32 persone. Lì, alle 23,50, il ricordo della maledetta esplosione del 2009.