Poste italiane punta sui veicoli elettrici: 21 tricicli e 7 automobili

Il rinnovo del parco mezzi è iniziato a gennaio e si è concluso a marzo Poste punta al “green” con siepi e aiuole in città

VIAREGGIO. È stata presentata ieri a Viareggio la prima area urbana “full green” di Poste Italiane in Toscana per il recapito della corrispondenza e dei pacchi. Il sito di via Cavallotti – spiega Poste italiane – «conferma la grande attenzione con la quale l’azienda dedica impegno ed investimenti a tutela dell’ambiente e a difesa del territorio assumendo un ruolo sempre più distintivo nella creazione di valore sostenibile per il Paese». Il Centro di recapito di Viareggio si trova in un edificio del patrimonio immobiliare di Poste Italiane «di importante valenza artistico architettonica». Si tratta, infatti, «di un immobile progettato dall’architetto Giovanni Michelucci tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta. Ad oggi ospita uno dei 750 dei Centri di distribuzione postale presenti sul territorio nazionale». Tra le principali iniziative di responsabilità ambientale – spiega l’azienda – «l’impatto più evidente è legato all’adozione di una flotta di mezzi aziendali “green” a zero emissioni per le consegne a Viareggio e alla realizzazione di interventi per il miglioramento dello sviluppo sostenibile delle attività».

Dal punto di vista dell’impatto ambientale – dichiara l’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante durante la presentazione del Piano strategico 2024 “Sustain and Innovate” – andremo verso il 40 per cento di riduzione di emissioni della nostra flotta, formata da circa 28.000 mezzi, entro il 2024. Continueremo a costruire e dare energie rinnovabili per i centri di smistamento e per gli uffici postali: stiamo entrando a quota “emissioni zero” per il riscaldamento e il refrigeramento degli uffici postali» .


Il Piano di rinnovo della flotta, iniziato a Viareggio nel gennaio 2021 e concluso a marzo, ha previsto la sostituzione di mezzi endotermici con veicoli e motoveicoli elettrici di ultima generazione, «garantendo minori consumi ed emissioni per chilometro». Sono 21 i tricicli elettrici in centro e 7 gli autoveicoli elettrici che quotidianamente compiono circa 660 chilometri. I nuovi tricicli elettrici, con una potenza di quattro kW e una velocità massima di 45 chilometri/ora sono dotati di un vano di carico di circa 270 litri e di un’autonomia energetica di circa 60 chilometri, «tale da permettere ai portalettere di consegnare la corrispondenza giornaliera e i pacchi con una sola ricarica»., si legge nella nota dell’azienda.

Che ricorda: «Per ciascun mezzo elettrico, Poste Italiane ha messo in funzione una colonnina per la ricarica». Particolare attenzione è stata riservata «anche alla cura del verde in centro. A questo proposito sono stati piantati circa sei metri di siepi di alloro, specie tipica in grado di abbattere i metalli pesanti ed assorbire importanti quantità di CO2 nell’aria, e sono stati posizionati circa 10 metri quadrati di aiuole con piante perenni». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA