Fanno una festa in casa con musica alta, poi insultano i carabinieri

Carabinieri durante un controllo

Camaiore, quattro giovani denunciati per disturbo del riposo delle persone, due di loro anche per resistenza e oltraggio a pubblici ufficiali

CAMAIORE. La notte tra sabato e domenica scorsa, a seguito di diverse segnalazioni di alcuni residenti, i carabinieri del Radiomobile di Viareggio sono intervenuti in un’abitazione di Camaiore dalla quale proveniva musica ad alto volume e schiamazzi. Effettivamente, giunti al cancelletto d’ingresso dell’abitazione segnalata, i militari hanno sentito la confusione e hanno notato alcuni giovani che stavano tenendo una festa privata all’interno. Alla vista dei militari, i giovani hanno subito staccato la musica e hanno provato a nascondersi per evitare il controllo urlando tra di loro che c’erano i carabinieri.

Poco dopo, si avvicinavano al cancelletto di casa, senza tuttavia aprirlo per non consentire il controllo, alcuni giovani, tutti senza mascherine, che iniziavano a inveire contro i carabinieri. Successivamente, durante le operazioni di identificazione, alcuni giovani hanno rifiutato di fornire le loro generalità e, ancora senza indossare le mascherine di protezione nonostante le ripetute intimazioni a farlo, andando viso a viso contro i militari, hanno rivolto a questi ultimi frasi molto offensive e oltraggiose.

Al termine dell’intervento, quattro giovani (tre ragazzi ed una ragazza, tra i 24 e i 26 anni, di Viareggio e Camaiore) sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Lucca per il reato di disturbo al riposo delle persone e saranno tutti sanzionati per la violazione delle norme anti covid-19. Inoltre due di loro sono stati denunciati anche per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale e per il reato di rifiuto di fornire le proprie generalità.

Intanto i Carabinieri stanno svolgendo ulteriori accertamenti per identificare altri eventuali giovani che potevano essere presenti alla festa.