Senza patente, non si ferma all’alt e scatta l’inseguimento a Lido

Il 25 enne a bordo di un’auto sportiva di lusso non aveva mai preso la patente e ha ignorato per due volte i controlli della Municipale di Camaiore

camaiore. Non aveva mai preso la patente ma sfrecciava comunque con la sua macchina sportiva a tutta velocità nelle strade della Versilia ingaggiando inseguimenti degni di un film della saga di Fast and Furious. Così un 25enne capezzanotto è stato fermato e multato: 5mila euro per guida senza patente da due anni, per aver essersela filata all’alt della Municipale e per aver bucato ben due semafori rossi.

I fatti risalgono alla sera di venerdì: durante un posto di blocco della Municipale lungo il viale Pistelli a Lido di Camaiore, i vigili danno l’alt a una macchina sportiva, una Mercedes Ams 340 cavalli, un’auto che costa più di 100mila euro. La macchina viaggia a grande velocità con una guida piuttosto spericolata. Il conducente, pur avendo visto il segnale dei vigili, ha deciso di non fermarsi e spingere sull’acceleratore in direzione Viareggio facendo anche dei sorpassi azzardati. Gli agenti si mettono subito all’inseguimento ma il guidatore buca ben due semafori rossi e uno stop, continuando la sua folle fuga verso Viareggio, incurante di sirene e dell’alt dato più volte. Il guidatore, con l’acceleratore a tavoletta fa perdere le sue tracce ad altissima velocità.


Gli agenti iniziano subito a indagare per risalire all’identità del guidatore e del proprietario dell’auto.

Sabato sera, non pago della scena da film lungo le strade di Lido, il 25enne ci ricade. Dopo un’attività di indagine e controlli viene intercettato a Capezzano: anche in questo caso nonostante l’alt, il ragazzo si dà di nuovo alla fuga. Il copione è sempre il solito: altissima velocità, sorpassi azzardati e un rocambolesco inseguimento degno di Hollywood.

Ma questa volta gli agenti della Municipale sono riusciti a tenergli testa e, alla fine, sono riusciti a bloccarlo. Dai controlli, con la sorpresa dei vigli, è venuto fuori che il ragazzo, che era anche proprietario del mezzo, non aveva mai conseguito la patente, malgrado guidasse sportivamente un’auto di non poco pregio. Al termine dei controlli gli sono state contestate sanzioni per oltre 5000 mila euro, il fermo del veicolo per tre mesi e la segnalazione alla prefettura per non essersi fermato alt.

«Mi complimento con tutto il mio personale che nei due giorni ha operato su questo caso estremamente grave – fa sapere il comandante della Municipale di Camaiore Claudio Barsuglia – siamo riusciti con grande professionalità a togliere dalla strada un potenziale pericolo. Una riflessione mi sorge: non mi spiego come si possa consentire di vendere un’auto a chi non ha mai conseguito la patente. Forse sarebbe opportuno che chi legifera faccia una riflessione. È come se si vendesse un’arma a chi non ha il porto d’armi». –



© RIPRODUZIONE RISERVATA