Contenuto riservato agli abbonati

Schianto in scooter contro un’auto: gravissimo il titolare di un bar

a Fausto Pezzini (foto da Facebook) e il punto del cavalcavia dov’è avvenuto l’incidente

Stava percorrendo il cavalcavia quando ha perso il controllo del veicolo: è in Rianimazione a Cisanello

VIAREGGIO. Stava percorrendo il vecchio cavalcavia quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del suo scooter. Andandosi a schiantare contro un’auto che procedeva nel senso opposto.

In gravissime condizioni, dopo l’incidente avvenuto sabato sera, c’è uno degli esercenti più conosciuti della città: Fausto Pezzini, 53 anni, titolare del Caffè Shelley. Per tutti "Faustino dello Shelley". Pezzini è ora ricoverato nel reparto di Rianimazione del Pronto soccorso dell’ospedale di Cisanello, dove è stato portato immediatamente dopo l’incidente.

Sulla dinamica sono in corso accertamenti da parte della polizia municipale, che ha eseguito i rilievi.

Di certo c’è che, intorno alle 22 di sabato, Pezzini stava viaggiando in scooter sul vecchio cavalcavia quando ha perso il controllo del mezzo. Nel frattempo stava arrivando un’auto dalla parte opposta: i due veicoli si sono scontrati. Ad avere la peggio è stato Pezzini, che ha riportato diversi traumi.

I soccorritori del 118 giunti sul posto dopo la chiamata hanno deciso il trasferimento immediato del ferito a Cisanello, senza passare dal Pronto soccorso del Versilia. Pezzini è ora ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Anestesia e rianimazione del presidio ospedaliero pisano. Le sue condizioni sono giudicate gravi. Saranno le indagini della municipale a fare ulteriore chiarezza sulla dinamica dell’accaduto.

Fausto Pezzini, conosciutissimo in città, è uno dei personaggi cult dell’intrattenimento viareggino. Il suo Caffè Shelley, di cui è titolare dal 1999 assieme al socio Andrea Baldelli, è sempre stato uno dei punti di riferimento strategici dell’aperitivo in città.

Il suo bar è favorito dalla posizione, in una piazza Shelley da sempre bellissimo baricentro di Viareggio e ora anche restituita a discreta bellezza, e da quella capacità di attirare clienti che ha solo chi conosce i ferri del mestiere. Un’esperienza che, con la pandemia Covid, è stata stravolta: lo Shelley, per sua natura calamita all’ora dell’aperitivo e non solo, ha dovuto fare i conti come tutti i locali con le restrizioni anti-contagio.

Quelle restrizioni a cui "Faustino" ha sempre guardato con sofferenza, come tanti colleghi che si sono ritrovati a fare i conti con uno stop all’attività mai visto prima d’ora. Colleghi e amici che ora fanno il tifo per lui, perché si riprenda presto. --

© RIPRODUZIONE RISERVATA