Contenuto riservato agli abbonati

Altri quattro morti di covid in Versilia

Il più giovane aveva 68 anni ed era un artigiano che abitava a Massarosa

VIAREGGIO. Ancora vittime per il covid. Nella giornata di ieri sono stati segnalati ancora quattro decessi dovuti all’infezione di coronavirus. Sale quindi a sale a 325 il bilancio dei decessi in Versilia dovuti al virus dall’inizio della pandemia: 82 sono le morti nella prima ondata di contagio, mentre 243 i deceduti nella seconda ondata, ovvero quella iniziata a ottobre e di fatto mai veramente conclusa.

Nel comune di Camaiore è deceduto Piero Biagioni, avrebbe compiuto 81 anni mercoledì prossimo. Il decorso della malattia nel suo caso è stato rapido e non aveva particolari malattie pregresse prima dell’infezione: la vigilia di Pasqua aveva fatto il tampone che era risultato positivo. La prima settimana è stato curato in casa, poi sabato scorso è andato in ospedale salendo addirittura da solo sull’ambulanza. Tuttavia, arrivato al Versilia, le sue condizioni sono peggiorate repentinamente. Anche la moglie è positiva. «Fintanto che la situazione non è peggiorata – racconta la figlia Sabina – siamo rimasti in contatto: a mio figlio chiedeva i risultati dell’Inter e commentavano insieme che questo potesse essere l’anno giusto per vincere lo scudetto».


Biagioni è stato dipendente delle poste: guidava il furgone blindato del portavalori. Ha lavorato in varie sedi in Italia. Aveva l’hobby della caccia e collezionava uccellini da richiamo ed era amante del giardinaggio. Abitava a Vado, era molto conosciuto nel piccolo paese. Lascia la moglie Maria Grazia, i figli Sabina e Nicola, due nipoti e parenti. Il funerale è fissato oggi alle 14 alla chiesa della Badia a cura di Matteo Ratti per conto della Misericordia, poi verrà tumulato nel cimitero di Carignano, dove era originario. Scomparsa anche Flora Herriet Guilmain, 89 anni, originaria del Belgio. La donna da anni abitava a Marina di Pietrasanta, era vedova e lascia due figli, un maschio e una femmina. Quest’ultima è anche lei ricoverata per Covid all’ospedale Versilia. Il funerale verrà organizzato dalle onoranze funebri La Piramide.

Di Pietrasanta era anche Mirella Giuntoli, 92 anni. L’anziana donna è morta all’ospedale Versilia a causa del virus. Lutto a Massarosa per la scomparsa di Giulio Cesare Meini, 68 anni, conosciuto per la sua attività di cartongesso alla Migliarina dove aveva un negozio. Negli anni è stato anche verniciatore. Prima di trasferirsi a Camaiore, abitava a San Rocchino, nel comune di Massarosa. È deceduto all’ospedale Versilia nella nottata di sabato.

Leggermente in salita il numero assoluto dei nuovi contagi sul piano versiliese. Nella giornata di ieri sono stati riscontrati 56 tamponi positivi. Il numero più alto degli ultimi sette giorni. Nell’arco di una settimana sono stati 307 nuovi casi nei sette comuni costieri. Ecco come sono distribuiti i nuovi contagi per territorio: a Camaiore 14, a Forte dei Marmi due, a Massarosa quattro, a Pietrasanta otto, a Seravezza sei, a Viareggio 22. I dati confermano ancora che la Versilia si trova comunque ben al di sotto della soglia limite dei 250 contagi su 100mila abitanti. Nella giornata di ieri il tasso era di 192,46. È possibile vedere dal grafico sopra i tassi di contagio dei singoli comuni. Gli unici due che superano la soglia erano Camaiore con 256,79 e Stazzema con 304,26 (a fronte di nove contagi settimanali). La tendenza per tutti è al ribasso. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA