Lavori in Darsena, martedì primo giorno di caos

Strade imbottigliate e traffico paralizzato all’ingresso e all’uscita dei cantieri. Polizia municipale presente agli incroci più caldi, ma non basta

VIAREGGIO. Caos era previsto e caos, puntualmente, è stato. I lavori alle fognature che hanno comportato la chiusura al traffico di un breve tratto di via Coppino (da via Pisano a via Indipendenza) hanno letteralmente spezzato in due la Darsena trasformando le ultime 24 ore di zona “arancioni” della città in un giorno di ordinaria follia (almeno per chi si è trovato al volante). E oggi (10 marzo), sia pure attenuato dalla chiusura delle tante scuole presenti in Darsena causa zona rossa, è scontato il bis (poi, fortunatamente, entro oggi (mercoledì) i lavori dovrebbero chiudersi e la situazione tornare alla normalità).



La chiusura di via Coppino ha infatti imbottigliato tutte le auto in entrata e soprattutto in uscita dalla Darsena sul ponte girante creando ingorghi giganteschi soprattutto nelle ore di punta. E se l’ingresso mattutino è stato relativamente agevole (la chiusura al traffico è infatti scattata dopo le 8,30, quindi con il grosso di studenti e operai già arrivati a destinazione), il rientro nelle proprie abitazioni è stato un autentico calvario. Code interminabili di auto, camion e autobus si sono succedute fin da via Menini e via dei Pescatori. E per percorrere poche centinaia di metri si sono resi necessari tempi di percorrenza lunghissimi. Scatenando la rabbia degli automobilisti in coda e trasformando le strade in camere a gas a cielo aperto.



Poiché i lavori erano programmati, si è cercato di alleviare la situazione distaccando molti vigili urbani agli incroci più caldi e alle rotonde (lo spiegamento di forze è stato davvero ragguardevole), ma anche questa accortezza non è stata sufficiente a evitare lunghissime code. E fortunatamente il tempo non ci ha messo lo zampino, visto che il sole ha permesso a molti di raggiungere scuole e posti di lavoro in bici o scooter.



Quanto accaduto ieri ripropone ancora una volta il tema mai risolto della viabilità in Darsena. È infatti sufficiente la chiusura forzata di una delle strade – e in questo caso la chiusura è stata programmata e dunque organizzata con una viabilità alternativa – per mandare in tilt mezza città. Un problema a cui ancora nessuno è riuscito a trovare una risposta. E la soluzione sembra ancora lontanissima.