«Svolgerò il mio compito nell’esclusivo interesse della città di Viareggio»

protagonista

Le prime parole sono per il consigliere di cui prende il posto: «Ringrazio Sandro Bonaceto per avermi voluto al suo fianco e per avermi insegnato tante cose». Tiziano Nicoletti, di professione avvocato, legale dell’associazione “Il Mondo che vorrei”, nata per riunire i familiari delle vittime della strage di Viareggio, entra nel consiglio comunale dal quale si è dimesso per motivi di nuovi impegni lavorativi l’ex candidato a sindaco, alla guida di una coalizione di centro sinistra. «Entro con umiltà e senza ambizioni personale», continua Nicoletti, che aggiunge: «Svolgerò il mio compito con spirito di servizio e nell’esclusivo interesse di Viareggio».


Il pensiero del neo consigliere va al futuro della città, profondamente colpita dalla pandemia e alle prese con una crisi economica senza precedenti: «Ritengo che Viareggio non abbia bisogno di opere faraoniche, bensì di tutelare e preservare il proprio patrimonio naturale, paesaggistico e culturale. Come scritto nel programma della lista Viareggio libera, che ho sostenuto in campagna elettorale. Viareggio non aveva bisogno prima di progetti faraonici e non ne ha bisogno ora. La città ha un patrimonio, in ogni settore, che ha solo bisogno di essere protetto e rilanciato».

Questa mattina Nicoletti salirà le scale del Municipio per gli adempimenti di legge. Da qui inizia l’“avventura” al servizio della città, come sottolineato dall’avvocato: «Avrò bisogno di tutti. E lo dico fuori da ogni retorica». —

D.F.

© RIPRODUZIONE RISERVATA