Malore alla guida, muore monsignor Danilo D'Angiolo

Il presbitero versiliese si è sentito male mentre stava tornando da Pisa. Ha fatto in tempo a fermare l'auto. Aveva 86 anni

PIETRASANTA. Si è sentito male mentre era al volante della sua auto, con cui stava tornando da Pisa, dove svolgeva ancora un incarico per la Diocesi. Ha fatto in tempo a fermare l'auto e a evitare incidenti. Ma il malore gli è stato fatale. E' morto così, monsignor Danilo D'Angiolo, noto presbitero versiliese. Aveva 86 anni.

Due anni fa aveva festeggiato i sessant'anni di sacerdozio, svolti per 14 anni a Uliveto Terme in provincia di Pisa e per il resto in Versilia, in particolare nel quartiere Macelli e nella chiesa del Santissimo Sacramento.

"Oggi scompare un uomo che ha fatto la storia del nostro territorio si legge nella nota del Senatore di Forza Italia Massimo Mallegni - un tipo irruento poco incline al compromesso, estromesso dalla guida del Santissimo sacramento ha continuato a svolgere la sua missione pastorale in tutta la Versilia”.