Ha mandato in pensione migliaia di versiliesi, ora tocca a lui

Angelo Simonetti

In congedo Angelo Simonetti, storico responsabile del patronato Inac di Viareggio

VIAREGGIO. Ha mandato in pensione migliaia di versiliesi, soprattutto viareggini. E non solo. Perché Angelo Simonetti, storico responsabile del patronato Inac in via Monte Cavallo alla Migliarina, era l’uomo a cui rivolgersi per districarsi tra norme, regole, decreti, codicilli su tutto ciò che poteva portare beneficio alla vita dei suoi assistiti.

Memorabile la capacità con cui riusciva a districarsi tra Isee, redditi di cittadinanza e bonus vari, nonostante ad ogni Governo si riavvolga il nastro, cancellando molto di quanto fatto in precedenza.

Così come sempre apprezzabile il suo senso pratico, che lo ha portato a gestire come responsabile del patronato dalle 20.000 alle 30.000 pratiche Inps all’anno. Un dedalo in cui qualsiasi persona avrebbe potuto smarrirsi, ma che non ha mai tolto a Simonetti la simpatia e l’umorismo.

Ora la pensione tocca a lui, «dopo molti anni di servizio – gli riconosce l’associazione Cia Versilia – Dopo aver mandato in pensione migliaia di cittadini versiliesi ed in particolare viareggini, è toccato il suo turno. Al suo posto è arrivato il dottor Rossano Rossi, in forze da molti anni nella struttura versiliese e che ha potuto raccogliere il testimone forte della grande esperienza acquisita coadiuvando Simonetti. A Simonetti va un grande ringraziamento per l’egregio lavoro svolto e per l’eredità lasciata. Ed a Rossi un grande in bocca al lupo per aver iniziato a lavorare in un periodo così difficile a causa dell’emergenza sanitaria».

La guida allo shopping del Gruppo Gedi