Padre Guarino lascia la parrocchia un colpo per la comunità di Tonfano

PIETRASANTA

Padre Guarino ha fatto i bagagli e se ne è andato. Se per sempre o per un periodo, al momento non è dato sapere. Sta di fatto che dall’oggi al domani le parrocchie di Santa Maria Assunta a Focette e di Sant’Antonio a Tonfano si ritrovano senza la loro guida spirituale: appunto Padre Guarino Valentino, pugliese di origine, e da due anni a questa parte riferimento della comunità di Marina di Pietrasanta.


Dagli ambienti della Curia si limitano a confermare la sua partenza e che sarà sostituito – se in via definitiva o meno si vedrà – da Padre Alex, già presente a Focette. Un fatto è certo: fra i parrocchiani lo stupore è mal dissimulato. O peggio ancora: molti della partenza di Padre Guarino non ne sapevano proprio niente anche se è stato lo stesso religioso a darne recente comunicazione. A non tutti, evidentemente.

E allo stupore si abbina l’amarezza perché sempre Padre Guarino, fin dal suo arrivo a Tonfano, era riuscito a entrare immediatamente in sintonia con la comunità di zona dando vita e supporto a tutta una serie di iniziative: come la festa di S. Antonio distribuita su più giorni, la gara d sculture di sabbia, ma anche quella dedicata a gelati e pinoli, la battigiata, la feria dell’Assunta caratterizzata dai concerti musicali. Insomma Guarino Valentino, era immediatamente entrato nel cuore, intriso di salmastro, dei marinelli, non solo con le parole e con appassionate omelie, ma anche perché uomo del fare. Ecco perché la decisione di andarsene ha lasciato in scia domande e perplessità.

Nella giornata di ieri abbiamo più volte provato a contattare il religioso per capire qualcosa di più su una scelta che certo non è indolore per chi vive il quotidiano della chiesa, ma non siamo riusciti a parlarci. Sullo sfondo, però, al netto delle parole di paese che lasciano il tempo che trovano, resta una questione che ha agitato non poco gli animi in zona: prima la chiusura dell’asilo di Fiumetto – che rientra nella parrocchia di Tonfano – poi la partenza delle ultime suore presenti nella zona e poi ancora la voce, sempre più insistente, della possibile vendita dell’abitazione delle stesse suore e delle strutture, asilo incluso, annesse alla piccola chiesa di Fiumetto. Con tanto di raccolta di firme di protesta da parte dei parrocchiani che nel criticare Padre Guarino auspicavano l’interessamento della Diocesi di Pisa. Non è dato sapere se questa vicenda abbia reso meno serena la permanenza di Padre Guarino a Tonfano: sta di fatto che una risposta, rassicurante e chiarificatrice in un senso o nell’altro su un suo eventuale ritorno, i parrocchiani se l’aspettano. —

L. B.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi