Strage, bandiere a mezz’asta sabato e rispetto della commemorazione

L’appello del Comune per la giornata del decimo anniversario della tragedia che ha sconvolto la città

VIAREGGIO. Bandiere a mezz’asta in tutte le sedi comunali per il giorno del decennale del disastro ferroviario di Viareggio ed invito dell’amministrazione comunale ad «astenersi da tutte le attività ludiche e ricreative ed ogni altro comportamento che contrasti con il significato della commemorazione». L’invito/appello è stato affidato ad una nota diffusa attraverso i mezzi di comunicazione tutti perché quest’anno non si sono visti in città i manifesti ben visibili a ricordare una ricorrenza tanto importante.

Il corteo quest’anno sfilerà a partire dal Palazzetto dello sport, in Darsena, perché i familiari delle vittime hanno voluto «ripartire dal primo anno», quando fu lo stadio che aveva visto le esequie solenni ad ospitare il primo anniversario della strage. E sarà impossibile non ricordare le immagini di quei giorni, con la camera ardente allestita proprio dentro il Palasport e le 22 bare adagiate sull’erba verde dello stadio dei Pini in una assolata mattina di luglio.


Saranno queste immagini, insieme al cielo rosso di quella notte di dieci anni fa, unite ai volti di chi non c’è più, e al ricordo del lungo iter giudiziario appena arrivato alla sentenza di secondo grado che conferma che nel sistema ferroviario tra Italia ed Europa più di qualcosa non va, a portare in strada la città ancora una volta.

Protezione civile comunale e polizia municipale - ricorda l’amministrazione del sindaco Giorgio Del Ghingaro - lavoreranno affinché tutto si volga al meglio. Ed il Comune ricorda divieti di sosta e di transito,così da non incappare in multe e/o rimozioni.

Dalle 20,30 fino al termine della manifestazione e per il tempo necessario al transito dei partecipanti, è istituito il divieto di transito temporaneo sulle strade interessate dal corteo: quindi l’area nei pressi del palazzetto dello sport, via Salvatori, via Menini, via Coppino, via Oberdan, ponte girante, via Battisti, via San Francesco, piazza D’Azeglio (prolungamento di Corso Garibaldi), viale Margherita (se necessario viale Manin), via Mazzini, piazza Dante Alighieri, via Burlamacchi, Corso Garibaldi, sede della Croce Verde, piazza Sant’Antonio, via Galvani, piazza Santa Maria, Cavalcavia Ferroviario, Largo Risorgimento, piazzale Pam.

Dalle 17 fino al termine della concentrazione dei partecipanti è istituito il divieto di sosta con rimozione coatta in tutta l’area del Palazzetto dello sport. Dalle 20 fino al termine della manifestazione sarà vietata la sosta in via Porta Pietrasanta ambo i lati con rimozione coatta tra via Ponchielli e piazzale Pam, in via Galvani lato mare e in piazza Sant’Antonio di fronte alla chiesa di Sant’Antonio, in piazza Mazzini sulla traversa di raccordo tra il prolungamento della via Mazzini e il viale Margherita, ambo i lati.

Per il montaggio e lo smontaggio del palco nel piazzale Pam, dalle 7 del 29 giugno fino al termine delle operazioni, è istituito il divieto di sosta con rimozione coatta e il divieto di transito in parte del piazzale lato Sud del fabbricato del supermercato.