Scrutatori, precedenza a studenti e disoccupati