Madre 31enne si accascia a terra e muore

«Ho mal di stomaco»: inutili i tentativi di rianimarla. Aveva due figlie, decisa l’autopsia per capire le cause del malore

VIAREGGIO. Il solito sabato pomeriggio con le commissioni da sbrigare prima della giornata di festa, la mente alle sue due bambine, alla cena, alla domenica con la famiglia tutta insieme. Che non ci sarà più per Vaduva Vasilica Minodora, giovane madre appena trentunenne, originaria della Romania.

La donna sta camminando in via Mazzini quando, arrivata davanti alla chiesa di San Paolino, ma sul lato opposto della strada rispetto alla chiesa, improvvisamente si accascia al suolo.


Immediati i soccorsi inviati dalla Centrale operativa del 118. Quando, però, l’ambulanza (quella della Misericordia di Massarosa che era già in zona per un altro intervento) e l’automedica sono sul posto si rendono subito conto che la situazione è gravissima.

La corsa all’ospedale è disperata. La donna è andata in arresto cardiaco. Il passaggio in Pronto soccorso, nelle mani esperte dei medici dell’emergenza, non potrà salvare la vita che si è fermata su quel marciapiede affollato, nel giorno dello shopping del fine settimana.

Dove la giovane madre ha accusato un dolore allo stomaco che non le ha lasciato neppure il tempo di spiegare con precisione cosa si sentisse. Ha perso conoscenza ed è passata da questo stato alla morte.

Poco prima, insieme al proprio compagno, la donna era stata dalla lavanderia automatica poco distante, scambiando due parole con gli altri clienti. È probabile, dunque, che la coppia - al momento in cui lei si è accasciata al suolo - stesse completando le ultime incombenze prima di fare rientro a casa, non molto distante da quella strada del centro che ha visto la giovane madre morire.

Le foto sulla pagina Facebook raccontano la quotidianità di chi in Italia ha ormai trovato il proprio Paese, e poi ancora il grande attaccamento della donna alle sue figlie, i ricordi di qualche compleanno trascorso in patria con le altre donne della famiglia.

Nella serata di ieri i medici dell’ospedale Versilia stavano valutando se effettuare un’autopsia sul corpo della donna, per arrivare a capire meglio le cause di un decesso per il quale non sembra esserci alcuna spiegazione apparente, immediata e che lascia nella disperazione un uomo con due bambine piccole da crescere.

©RIPRODUZIONE RISERVATA