Vince 500.000 euro bevendo un caffè: il fortunato è un muratore

Capezzano: ha grattato il biglietto mentre faceva colazione. I titolari della tabaccheria: «E ancora non ci crede»

CAPEZZANO. Raccontano che non ci crede ancora il muratore residente a Capezzano Pianore, che ha vinto 500mila euro pagando 5 euro un biglietto del Gratta e Vinci “Doppia sfida”. Acquistato domenica mattina alle 6, 45 al bar Ettore in via Italica a Capezzano. Non è la prima volta che viene baciato dalla fortuna: in passato aveva vinto 10mila euro. Ora il colpo grosso. È stato Alessandro Palmerini, il titolare del bar Ettore, a confermare al suo cliente che il biglietto numero 19 del Gratta e Vinci era stato davvero quello fortunato. «Domenica mattina c’era mia moglie Daniela nel bar quando c’è stata la vincita.

Il nostro cliente è venuto per fare colazione e nel frattempo ha chiesto il biglietto: si è reso conto quasi subito che stavolta era quello fortunato. Ha chiesto conferma a mia moglie dopo averlo grattato, per evitare possibili spiacevoli equivoci mi ha chiamato a casa. Appena sono arrivato al bar ho avuto la conferma che era davvero la giornata fortunata per il cliente, perché la sua è stata davvero una bella vincita. 500mila euro è infatti una cifra che non si vince tutti i giorni, sono contento per lui». Ha continuato a fare colazione, oppure si è bloccato dall’emozione? «Ha proseguito, anche se forse ancora oggi non si è reso conto del tutto di quanto accaduto. Non capita infatti tutti i giorni di vivere una sensazione del genere» .

Nel frattempo l’artigiano si è rivolto ad una banca per sbrigare le pratiche burocratiche relative alla riscossione del biglietto presso la sede delle Lotterie Nazionali a Roma. Il titolare Alessandro, insieme alla moglie, Daniela, la figlia Elisa e la collaboratrice Lisa hanno affisso un biglietto davanti alla cassa in bella vista con la stampa del biglietto vincente, orgogliosi di avere portato fortuna ad un proprio concittadino, al quale inutile dire la vita gli è cambiata in un attimo. Ora non gli resta che godersi la vincita, magari stando attento a non sperperarla e a non dare retta a chi pretende... regali costosi.