L’antro del Corchia e la magia delle Apuane

Non si pensi che montagna e Ferragosto siano l’uno l’opposto dell’altro e per questo incompatibili. Escursioni, passeggiate su sentieri spesso ripidi che conducono alla scoperta delle Alpi Apuane e...

Non si pensi che montagna e Ferragosto siano l’uno l’opposto dell’altro e per questo incompatibili. Escursioni, passeggiate su sentieri spesso ripidi che conducono alla scoperta delle Alpi Apuane e di punti strategici dai quali ammirare un panorama mozzafiato. Si prenda pure a riferimento quello che unisce l’Alta Versilia con la Garfagnana passando per l’Arco del monte Forato, caratterizzato da un elevatissimo grado di fascino proprio per la particolarità del suo foro, attraverso il quale è possibile godersi le albe e i tramonti. E non si dimentichi l’Antro del Corchia, il più importante complesso carsico d'Italia ed uno dei maggiori al mondo, situato in quel di Levigliani, caratterizzato da 70 km di gallerie e pozzi e 1200 mt di dislivello massimo. Un percorso la cui lunghezza complessiva sfiora i 2 kilometri, completabile in un tempo medio di circa 2 ore.

Ma molte altre sono le località raggiungibili da chi, zaino in spalla e scarpe da trekking ai piedi, intende trascorrere una giornata respirando aria buona, praticando un’attività tanto amata. Si trovano nei comuni di Pietrasanta, Seravezza e Stazzema. Ed è proprio in quest’ultima, nel Paese di Sant’Anna, che si trova il Parco Nazionale della Pace, luogo simbolo della memoria. Per non dimenticare gli orrori dell’eccidio nazifascista la cui commemorazione si è svolta sabato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA