Quattro rinforzi per velocizzare gli esami medici

Due radiologi, un cardiologo e un neurologo presi dal Versilia per smaltire le liste d’attesa 

VIAREGGIO. Quattro nuovi medici di rinforzo all’ospedale Versilia per smaltire liste d’attesa lunghissime. Sono due radiologi, un cardiologo e un neurologo, già arrivati o prossimi all’arrivo. Sembrano pochi, ma non è così. Considerando la situazione di emergenza perenne della sanità versiliese. Dove i servizi vanno in crisi appena un medico si assenta all’improvviso dal lavoro per malattia, infortunio o altro.

Coperta corta, anzi cortissima. Una situazione che al “Versilia” dura da due anni. Da quando cioè la scure della Corte dei Conti – che contestava lo sforamento della spesa massima per i dipendenti – si è abbattuta sul personale Asl. Una questione tecnica che ha causato due anni di disagi. Summum ius, summa iniuria, dicevano i latini: l’interpretazione perfetta delle norme causa ingiustizia. Leggi due anni di disagi per migliaia di pazienti versiliesi. L’Asl, comunque, assicura che «laddove si è registrata una carenza di personale, l’azienda è tempestivamente intervenuta per garantire la sostituzione degli operatori assenti. Per il resto, come avviene tutti gli anni, l’azienda ha provveduto a programmare l’attività estiva in modo coerente con il mutare della domanda di prestazioni sanitarie, ma assicurando la continuità delle cure». Fatto sta che oggi per fare molti esami e visite si va al 2018: Tac e risonanze in primis. Proprio per questo, però, finalmente l’azienda sanitaria provvederà a dotare la radiologia dell’ospedale di due nuovi medici che andranno a coprire l’emorragia di personale del reparto.

Tac e risonanze magnetiche. «Per arrivare ad un miglioramento dei tempi d’attesa nell’ambito della “diagnostica pesante” – spiega l’azienda sanitaria – si sta operando su più versanti. Intanto con il responsabile d’area, il dottor Sabino Cozza, si lavora su un aumento dell’offerta grazie ad un percorso di ottimizzazione dei tempi in agenda degli esami. L’obiettivo è fare più esami in ogni singola seduta ed è un lavoro di adeguamento che si sta facendo su tutto il territorio dell’Asl Nordovest. Nei primi giorni di agosto, inoltre, entreranno in servizio al “Versilia” due nuovi radiologi. Il concorso è stato infatti espletato in tempi molto rapidi ed adesso è possibile attingere dalla graduatoria».

Ecografie e visite specialistiche. Nella cosiddetta diagnostica per immagini (ecografie, lastre, eccetera) è stato avviato in Versilia l’open access, cioè la prenotazione in reparto, per l’ecografia all’addome. «La prestazione viene offerta nell’arco di tre giorni – spiegano dall’Asl – Si tratta di una modalità che verrà poi estesa anche ad altre prestazioni. Anche per le principali visite specialistiche a partire da settembre-ottobre si andrà incontro a un miglioramento: visite dermatologiche, ortopediche, urologiche, oculistiche, chirurgiche ed otorino. Per quanto riguarda, poi, l’offerta di ecografie in convenzione col privato, viene di volta in volta rimodulata in base alle situazioni particolarmente critiche: è stato fatto ad esempio nelle ultime settimane per ecodoppler ed ecografie al cuore».

Mammografie. Per quanto riguarda le mammografie, altra prestazione su cui la sanità versiliese è andata in difficoltà, l’Asl cercherà di aumentare gli appuntamenti prenotabili dai medici di famiglia. «Si sta lavorando per ottimizzare i tempi di erogazione degli esami: per il periodo estivo sono state autorizzate alcune prestazioni aggiuntive».

Colonscopie. Le lunghe liste d’attesa per una colonscopia all’ospedale Versilia sono dovute, afferma l’Asl, ad «alcune assenze improvvise di personale nel settore endoscopico. Considerati i necessari tempi di copertura, si sta lavorando in un’ottica di rete e di integrazione con gli altri servizi». All’ospedale di Lido verranno aperte altre sedute settimanali grazie alla collaborazione delle strutture di endoscopia di Lucca e Massa. Inoltre, nella zona di Massa Carrara l’attesa per una colonscopia è attualmente di circa dieci giorni e il personale del “Versilia” sta proponendo ai cittadini appuntamenti in tempi rapidi all’ospedale Apuane.

Cardiologia e neurologia. Per l’attività di day hospital della riabilitazione cardiologica si era verificata un’altra «assenza improvvisa di un medico». «La direzione – si spiega – ha immediatamente autorizzato la sua sostituzione e già nelle settimane precedenti sono state già recuperate le sedute che era stato necessario spostare a causa di questa difficoltà temporanea e non prevedibile. Anche per quanto riguarda la neurologia, è stata attivata la procedura per sostituire una maternità. Così da garantire i servizi in maniera adeguata anche nel periodo estivo».

@matteotuccini. ©RIPRODUZIONE RISERVATA