Muore sulla barca a vela ormeggiata lungo il Molo

Le operazioni di recupero della vittima (foto Paglianti)

Stefano Mazzocchi, 66 anni, non rispondeva al suo telefono cellulare. La vittima, di Pietrasanta, aveva la passione per il mare e per la sua “Lella” 

VIAREGGIO. Il nastro bianco e rosso ad interrompere il passeggio serale sul Molo, segno inequivocabile della disgrazia accaduta sotto gli occhi di una domenica affollatissima. Poco dopo le 20, infatti, qualcuno è andato a verificare cosa stesse accadendo sulla barca a vela “Lella”. Il telefono cellulare del proprietario, Stefano Mazzocchi, 66 anni, originario di Pietrasanta ma residente con la famiglia a Romagnano di Massa (in via Pernice), infatti, suonava senza sosta. E senza risposta. Il velista ormeggiato vicino che è salito a bordo per primo ha trovato il corpo di Mazzocchi sdraiato, come fosse svenuto, con l’aspirapolvere ancora in mano.

Immediata è stata la chiamata per la Centrale operativa del 118 che ha mandato sul posto l’automedica. Quando i sanitari sono saliti in barca, si sono subito resi conto che per l’uomo non c’era niente da fare.


Sul posto sono intervenuti i carabinieri e la Capitaneria di porto, competente per tutti i rilievi del caso, con il comandante Davide Oddone ed il nostro del porto, Emilio Di Fazio, insieme a tutto il personale necessario. Alla polizia municipale il compito di delimitare l’area, regolare il passaggio dei pedoni, allontanare i curiosi che sempre si affollano in queste circostanze.

Non appena appurato cosa fosse accaduto sono stati avvisate la figlia Chiara, 34 anni, la moglie Antonella Benassi, 62 anni, arrivate sul Molo con altri familiari per rendersi conto di persona di quanto successo e per assistere al recupero del corpo, che è stato poi trasferito all’obitorio dell’ospedale Versilia.

Sconvolto il “popolo” dei velisti, per lo più locali, che ormeggiano lungo il canale Burlamacca, dove c’è libertà di sosta previa semplice comunicazione alla Capitaneria. Mazzocchi era appassionato della propria barca e solo poche ore prima del decesso era stato visto a bordo, intento a salire sull’albero e a compiere tutta una serie di operazioni da velista non solo della domenica.

Saranno i primi esami sul corpo a stabilire cosa abbia ucciso Mazzocchi, che aveva accusato qualche problema di salute ed era in cura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA