"Hanno rapito una bimba". E scatta la caccia allo straniero, ma era tutto falso

Via di Mezzo in centro a Camaiore

E' accaduto a Camaiore: protagonisti un gruppo di adolescenti. Mobilitate per ore le forze dell'ordine

CAMAIORE. "Due nordafricani hanno preso una bambina e l’hanno portata via in un sacco". Con queste parole hanno mobilitato per ore le forze dell'ordine, scatenando una caccia allo straniero, ingigantita dal passaparola per strada e sul web e resa credibile dall'effettivo intervento delle forze dell'ordine. Ma era tutto falso. Una bugia raccontata da un gruppo di adolescenti di Camaiore a chiunque incontravano in giro per la città nella serata di lunedì. Una bufala dallo sfondo razzista che ha visto sfilare per le vie del centro a Camaiore ragazzi armati di caschi e spranghe, come riferiscono alcuni testimoni, e ha impegnato per alcune ore, fino alle 2 di notte, carabinieri, polizia e agenti della municipale.

I controlli senza esito e la mancanza di una denuncia di scomparsa hanno convinto le forze dell'ordine che si trattasse di uno scherzo di pessimo gusto. Una bravata sulla quale si è visto costretto a intervenire, per una precisazione sull'accaduto, anche il Comune che, in una nota frutto del confronto tra il sindaco Alessandro Del Dotto e il comando dei carabinieri ha scritto: "Non sono giunte denunce né di scomparsa né di rapimento da parte di alcun genitore: è plausibile ritenere che, se un genitore non avesse visto il bimbo/a a casa avrebbe sicuramente chiamato le forze dell’ordine per denunciarne la scomparsa".

Resta il fatto: la bugia, le accuse false nei confronti dello straniero di turno, la caccia all'extracomunitario scatenata dalle voci poi risultate del tutto infondate. E il clima che da giorni si respira a Camaiore quando si parla di accoglienza di cittadini stranieri. Tema diventato oggetto di un confronto fin troppo vivace, sfociato appena una settimana fa, in un violento alterco durante il consiglio comunale: spintoni, parole grosse, minacce nei confronti dei favorevoli alle politiche di accoglienza che a Camaiore come in altri Comuni sono state attivate per i migranti. Tanto da far interessare al caso anche la Procura. Un clima certamente non sereno aggravato da quest'ultimo episodio che per questo, forse, non può considerarsi "solo" una bravata.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi