Otto mesi fa l’ultimo scontro mortale

Strada killer: nella stessa zona, nel giugno scorso, perse la vita una ottantenne in bicicletta

VIAREGGIO. Un secondo grave lutto a pochi mesi da un'altra morte più o meno nella stessa zona. L'incidente nel quale ha perso la vita Bianca Maria Mariani segue di pochi mesi lo scontro tra un'auto e una biciletta del giugno scorso che fu fatale per Lina Landucci, 88 anni, pensionata residente nella zona come del resto quest’ultima vittima della strada.

Otto mesi fa fu un’auto utilitaria, condotta da una giovane ucraina, a investire la bici con a bordo Lina Landucci non lontano dall’ingresso del CentroPolo. La donna fu immediatamente soccorsa da una ambulanza della Croce Verde e trasferita in ospedale. Prima al Versilia e poi al reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Livorno. L’impatto fu violento e le condizioni della donna sembrarono subito molto gravi ai soccorritori. Per il violento trauma cranico e le ferite riportate l'anziana morì alcuni giorni dopo a Livorno.

Ancora una volta, dunque, l’Aurelia si conferma una delle più pericolose per ciclisti e pedoni in città. Molto trafficata, specialmente di giorno ma anche nelle ore serali, in quel punto attraversa il quartiere Marco Polo tra i più popolosi della città. È quindi normale che venga attraversata da pedoni e ciclisti, come nel caso delle due vittime.