Multinazionale del lusso compra spiaggia in Versilia

Uno dei lussuosi Nikki Beach aperti da Pernod nel mondo

La catena dei Nikki Beach ha rilevato il Blue Beach di Marina di Pietrasanta per realizzare uno stabilimento balneare per vip

MARINA DI PIETRASANTA. Hanno visto Forte. Osservato varIe strutture, ma alla fine hanno preferito Marina. Individuato il bagno, hanno aperto e chiuso in poco tempo la trattativa. A certa gente la Bolkestein fa... solo vento (e non andiamo oltre). I lavori sono già partiti e ora possiamo svelare la notizia. A Motrone apre il Nikki beach. A molti dirà poco questa insegna ma basta una scorsa veloce su Internet: è la catena più lussuosa di bagni, hotel e anche bar che ci sia al mondo.

A febbraio apre a Dubai, a maggio a Marina di Pietrasanta. La voce gira da tempo, la conferma arriva dal sindaco Mallegni. Che gongola.

Nikki beach ha bagni e resort a St Tropez, Ibiza, Marbella e Montecarlo. Un Nikki Beach è anche a Saint Barth, la località più lussuosa dei Caraibi. Qui è stato paparazzato Leonardo DiCaprio.

Il patron del Nikki Beach è Pernod, una leggenda nel mondo del turismo. Non tutti i Nikki beach sono suoi. «In alcuni casi ha ceduto il marchio ed il know how – spiega Mallegni – ma a Marina di Pietrasanta gestirà direttamente la struttura».

Pernod insieme al socio italiano ha acquistato il Blue Beach , il primo bagno di Motrione a ponente della spiaggia libera. Di fronte all’hotel Joseph, il Blue Beach ha un fronte di una trentina di metri. Non tantissimi, ma sempre di più – tanto per fare un esempio del Twiga. Fino a ieri aveva solo cabine e tende, la piscina, il bar ed il ristorante.

L’acquisto della concessione, in barba ai timori della Bolkestein è anche il segnale che per molti investitori il mancato rinnovo delle concessioni non è quel grande problema che manda in ambasce i nostri 500 e più concessionari.

E non c’è bisogno solo di russi, ma anche di imprenditori avveduti (e vincenti) per invstire in Versilia. Proprio a Motrone c’è un altro esempio di possibile compravendita. E’ il caso del piccolo bagno “Motrone”, appettito da anni dalla proprietà del Seven Apples che vedrebbe nell’acquisto della concessione la possibilità di allargare il piccolo quanto lussuoso bagno Peninsula, già di proprietà Belluomini. Del resto anche il complesso della Bussola è sul mercato, il vecchio night club ed il bagno omonimo compreso.

Insomma si ragiona di un mercato che è fermo, rallentato, ma non del tutto immobile.

La notizia dell’arrivo del Nikki beach in Versilia farà molto discutere. Per il nome e la potenza della firma. E anche perchè anche per Marina di Pietrasanta si alza l’asticella della qualità complessiva dell’offerta.

Ad occhio e croce, la catena è di livello più alto dello stesso Twiga. Non solo. Il Nikki si piazza in una zona della Marina che ha ancora potenzialità e, soprattutto, aree vergini come l’ancora splendida tenuta Varenna.

Quella dei bagni di Marina sarà una geografia particolare. A levante si apre da maggio con il Nikki beach, a ponente di chiude con il Twiga. Senza dimenticare altri bagni d’elitè, come il Rosina o il Palazzo della Spiaggia o le stelle Gazzelle di Forte.

La vocazione delle spiagge versiliesi sta velocemente risalendo.