Camaiore: Pista ciclabile terminata per fine giugno

Il sindaco Del Dotto l’ha testata ieri mattina: «La Provincia metta un semaforo a chiamata all’Incaba»

CAMAIORE. Al massimo per la fine di giugno gli interventi più urgenti per il completamento della pista ciclabile da Camaiore a Lido devono essere completati. È l’impegno che si prende direttamente il sindaco Alessandro Del Dotto , il quale - domenica 10 - ha approfittato della gran bella giornata per inforcare la due ruote e testare il percorso ciclabile.

Tra bellezze naturali, comodità del percorso, un po’ di segnaletica mancante e qualche intervento più di peso per rendere davvero attrattivo il percorso in una zona di turismo collinare che non disdegna di guardare anche al mare e spesso, essendo composto da stranieri, sceglie proprio la bicicletta per le proprie vacanze.

Il punto di maggior criticità - spiega Del Dotto una volta arrivato a destinazione - è l’attraversamento all’altezza di Incaba: «Il traffico di mezzi a motore in questo punto è sempre tanto - sottolinea Del Dotto - ed è necessario installare un semaforo a chiamata. Per evitare un effetto Sarzanese, in quanto a pericolosità». Un’opera che spetta ai tecnici della Provincia e che il sindaco di Camaiore sollecita con forza in tempi brevi. Nel centro del Secco, poi, i ciclisti devono vedersela con la sosta selvaggia delle auto ed ancora al Secco, tra via del Secco e viale Kennedy, «sarà necessario posizionare qualche dissuasore di velocità». Per quanto riguarda il tratto di percorso che passa da Capezzano «l’attuale attraversamento della Sarzanese, molto pericoloso, sarà superato quando il traffico sarà disciplinato dalla rototaria», compresa nei lavori della Provincia su questa strada che troppi incidenti, anche mortali per ciclisti e pedoni, conta.

Alcuni punti del percorso mostrano ancora i segni dell’uragano che ha sconvolto la Versilia prima di Pasqua e Del Dotto sollecita la rimozione di piante e rami che ancora ingombrano un parte della pista. Un messaggio rivolto, in particolare, all’azienda idrica Gaia che ha ancora dei lavori da effettuare. gli interventi mancano c’è il completamento di alcuni tratti di asfalto e la segnaletica verticale (tutta) con un po’ di quella orizzontale ancora da tracciare. Sono proprio questi i lavori che Del Dotto si è impegnato a terminare al massimo alla fine di giugno.

Certo è che i ventitre chilometri di percorso Camaiore-Lido ieri sono stati passati in rassegna in maniera approfondita: «Ho potuto rendermi conto di persona - conclude il sindaco - di pregi e difetti del percorso al mattino e poi, nel pomeriggio, quando ho fatto rientro a casa, a Camaiore. Monitorando il traffico, la velocità dei mezzi a motore, e come interagisce il percorso per le due ruote con ciò che lo circonda».