Studente scippa badante romena: preso dai passanti

Il movimentato episodio fra via Rosmini e via Mameli Condannato per direttissima, è stato rimesso in libertà

VIAREGGIO. Per impossessarsi della borsa che una badante romena aveva appoggiato nel cestino della bicicletta, ha spinto la sua vittima facendola rovinare a terra. Ma chi ha assistito alla scena, è subito accorso ad aiutare la donna. Ed è riuscito a bloccare lo scippatore prima che riuscisse a far perdere le proprie tracce. Consegnandolo ai carabinieri. Così per Leo Cristofoli Maselli, uno studente ventenne originario della provincia di Milano ma domiciliato a Viareggio proprio per motivi di studio, è scattato l'arresto per rapina.

Il movimentato episodio è accaduto domenica sera nella zona fra via Rosmini e via Mameli a Viareggio, non lontano dalla nuova caserma dei carabinieri. Qui, poco dopo le venti, una badante di origini romene stava pedalando in sella alla sua bicicletta quando all'improvviso le si è avvicinata il giovane. Vedendo che la donna custodiva una borsa nel cestino della bici, il giovane l'ha avvicinata e l'ha fatta cadere sull'asfalto. Scappando poi con la borsa, dove fra l'altro erano custoditi appena dieci euro. La donna scippata, da terra, ha cominciato a gridare. Richiamando l'attenzione di alcuni passanti che si trovavano nella zona. Alcuni di loro, intuito quanto appena era successo, hanno cominciato ad inseguire il giovane malvivente. Riuscendo a bloccarlo a pochi metri di distanza da dove si era verificato l'episodio.

Pochi minuti dopo sul posto è arrivata una pattuglia del nucleo radiomobile dei carabinieri. A cui è stato consegnato il delinquente. Nei suoi confronti è scattato così l'arresto per rapina, mentre alla badante sono state restituite sia la borsa che la piccola somma di denaro che vi era contenuta all'interno. Comprensibilmente scossa per la disavventura subita, la donna è stata accompagnata anche al pronto soccorso dell'ospedale Versilia per essere medicata delle lievi contusioni rimediate nella caduta. Per lei, fortunatamente, nessuna seria conseguenza tanto che è stata dimessa poco dopo.

Ieri mattina si è invece tenuto il processo per direttissima nei confronti di Leo Cristofoli Maselli. Il giovane studente, condannato a due anni e due mesi per rapina, ha però usufruito della condizionale ed è stato subito rimesso in libertà.

Claudio Vecoli