Muore a 26 anni nell’auto trafitta dai pali di ferro

Drammatico tamponamento la notte scorsa sulla A12. A perdere la vita Alessandro Donati, di Pisa. Guidava il padre, a bordo anche la fidanzata del ragazzo. Il conducente del furgone è risultato positivo ai test tossicologici

Un ragazzo di 26 anni, Alessandro Donati, di Pisa, è morto sabato notte in un incidente stradale avvenuto intorno a mezzanotte sull'A12, poco prima dell'uscita di Viareggio (Lucca), in direzione della città della Versilia. Il giovane, pisano, viaggiava su un'auto Bmw che ha tamponato un furgone autocarro con un carico di tubi di ferro.

Alla guida della vettura il padre della vittima, 63 anni, ferito in modo non grave. Sotto choc la fidanzata del ventiseienne, anche lei a bordo della Bmw. Feriti in modo non grave il conducente e un passeggero del furgone, 26 e 43 anni, di Carrara. Nessuna conseguenza infine per gli occupanti di un'auto che viaggiava in direzione opposta e che è stata colpita da un tubo perso dal furgone in seguito all'incidente.

Alessandro Donati giocava a basket nella "Ies sport Pisa" (Serie D maschile) nel ruolo di playmaker e studiava ingegneria all'università di Pisa. Il padre e la fidanzata l'avevano accompagnato a Carrara dove la squadra pisana giocava contro la "Centro minibasket".

Accertamenti sono in corso per verificare se il carico di tubi di ferro sporgesse dal cassone dell'autocarro, fosse segnalato e se la spalliera abbassata del furgone possa aver “oscurato” i fanali di posizione, rendendo non visibile, per il conducente della Bmw, l'ostacolo che aveva davanti. Sta di fatto che i pali metallici si sono conficcati nell’abitacolo della vettura, come testimoniano le drammatiche immagini dell’incidente.

Sul posto oltre la polizia stradale della sottosezione di Viareggio sono intervenuti i vigili del fuoco, ambulanze e auto medica del 118 e personale della Salt. L'autostrada è rimasta chiusa per circa un'ora e mezza per consentire i soccorsi e i rilievi dell'incidente, coordinati dal comandante della polstrada di Viareggio Mauro Ciafro.

Conducente del camion positivo ai test tossicologici. Il conducente di un furgone, 26 anni, abitante a Carrara, rimasto coinvolto nell'incidente in cui è morto Alessandro Donati, è stato denunciato perché positivo ai test tossicologici. Tuttavia il fatto che il conducente del furgone sia stato trovato positivo agli stupefacenti è considerato al momento ininfluente, per quanto riguarda il tamponamento, dalla Polstrada.