Cavirani: troppa faziosità per Amadei

 SERAVEZZA. Riccardo Cavirani (Pdl) commenta duramente la cerimonia che ha visto intitolare il viale antistante Palazzo Mediceo a Leonetto Amadei (foto). Secondo il consigliere del Pdl, infatti, il sindaco Neri «deve dei chiarimenti alla popolazione. L'intervento del professor Pizzorusso, chiamato a parlare del nostro illustre concittadino, è stato infatti di una faziosità allucinante. L'illustre cattedratico si è lanciato in un comizio politico di bassa lega arrivando a paragonare Berlusconi a Mussolini e a dividere gli italiani in due categorie: quelli di serie A, che votano a sinistra e quelli di serie B, che a forza di guardare programmi come drive in, sono stati rincitrulliti e votano quindi a destra.  «Forse - continua Cavirani - sarebbe ora di finirla con queste accuse d'inferiorità culturale alla gente di destra: basta pensare al paradosso che per i 150 anni dell'unità d'Italia molti ex comunisti, per mero calcolo politico, sono diventati più nazionalisti e patriottici degli ex missini. Leonetto Amadei ha speso una vita a difendere i più deboli e non avrebbe condiviso che un professore arrivasse a sfruttare l'autorità della propria cattedra per impartire lezioni morali senza contraddittorio. Invito dunque il sindaco a riproporre una iniziativa in onore di Leonetto Amadei dove si parli veramente della sua vita perché la sua memoria non può essere usata a scopi politici».