Stagione sinfonica di Pistoia, la chiusura con Giorgi, Krylov e l’Orchestra Lenore

L'orchestra Lenore

PISTOIA. Il direttore, Daniele Giorgi che disegna con gesto eloquente un’interpretazione straordinaria per ricchezza di sfumature e intensità espressiva. L’orchestra che aderisce con prontezza ad ogni sua intenzione, in totale sintonia. Il pubblico che, immerso nello splendore del suono, rimane col fiato sospeso per l’intera durata del concerto. Non sono che piccoli squarci dell’ultimo concerto lo scorso 13 aprile dell’Orchestra Leonore al Teatro Manzoni di Pistoia, programmato nell’ambito della Stagione Sinfonica promossa dall’Associazione Teatrale Pistoiese con il sostegno di Fondazione Caript. Un concerto particolarmente sentito perché dedicato a Luca Iozzelli, figura di spicco della vita cittadina pistoiese, prematuramente scomparso lo scorso agosto.

Da alcuni anni a Pistoia si sta scrivendo una bella pagina per la cultura italiana, attraverso le numerose iniziative musicali e non solo, e Iozzelli, prima come vicesindaco e poi come presidente della Fondazione Caript, ha senza dubbio impresso una convinta accelerazione alle ambizioni culturali della città, promuovendo molteplici iniziative in ogni campo. Appassionato cultore di musica, è stato proprio lui a sostenere e rendere possibile nel 2014 la nascita dell'Orchestra Leonore, ensemble di caratura internazionale con sede a Pistoia che raccoglie musicisti provenienti dalle maggiori orchestre europee. Dal 2017, inoltre, questi artisti straordinari sono attivamente impegnati sul territorio con Floema, un progetto unico in Italia, nell'ambito del quale i musicisti della Leonore sono coinvolti in molteplici iniziative inclusive volte alla condivisione musicale e alla promozione di nuova musica: Floema si articola infatti in una serie di “incontri musicali”, eventi informali gratuiti organizzati capillarmente su tutto il territorio pistoiese nelle location più variegate che comprendono anche luoghi come ospedali, carceri, istituti per anziani e scuole.

Da non perdere il 19 maggio il concerto di chiusura della Stagione Sinfonica con Daniele Giorgi, Sergej Krylov e l’Orchestra Leonore, una nuova occasione per toccare con mano la gioia di un “fare musica” che non si ferma all'esibizione, ma riesce a unire e arricchire.