Al picchiatore “Christian” compaiono le stimmate

milano. «È la mia prima volta come protagonista di una serie, nel personaggio ho inserito anche le mie caratteristiche, ci ho messo fragilità e tanta ironia, credo che sia stata importante per alleggerire la storia». Così Edoardo Pesce, che in “Christian” la nuova serie disponibile su Sky Atlantic da venerdì, interpreta il protagonista, picchiatore alle dipendenze di un boss della periferia romana che a un certo punto si ritrova a dover gestire stimmate miracolistiche che gli impongono di cambiare vita. «Christian è un ragazzone che picchia ma che in fondo ha una semplicità positiva, considera il massimo della felicità che la mamma ammalata di Alzheimer possa stare bene – ha spiegato – gli capita tra le mani un potere che più come dono vive come sortilegio». Pesce che come il protagonista è cresciuto in una periferia romana, ha chiarito che «la serie più che di stimmate e di supereroi parla di storie, è una serie corale che racconta l’umanità di tutti i personaggi». In vista di un’eventuale alzata di sopracciglio da parte di qualche esponente del mondo cattolico, Pesce ha scherzato: «Sarà pubblicità gratuita».