Da Modigliani a “We are the world”, appuntamento su Rai Storia

Luciano Tancredi, direttore de "Il Tirreno"

Luciano Tancredi commenta le ricorrenze della settimana fino a domenica 30, dalle morti di Modigliani e Schifano alla fine dei test nucleari francesi, dall’omicidio di Samuele Lorenzi alla nascita dei Lego e altro ancora

ROMA. È Luciano Tancredi, direttore de “Il Tirreno”, l’editorialista di questa settimana a “Il giorno e la Storia”, il programma di Rai Cultura firmato da Giovanni Paolo Fontana, in onda tutti i giorni alle 00.10 e in replica alle 8.30, 11.30, 14 e 20.10 su Rai Storia.

Il direttore de “Il Tirreno” commenta le ricorrenze della settimana fino a domenica 30 gennaio, dalle morti di Modigliani e Schifano alla fine dei test nucleari francesi, dall’omicidio di Samuele Lorenzi alla nascita dei Lego e altro ancora.


Lunedì 24 è stato protagonista Amedeo Modigliani, scomparso a Parigi nel 1920. Martedì 25 gennaio in primo piano il brano “We are the world”, registrato nel 1985.

Mercoledì 26 gennaio il programma prosegue con il ricordo di Luciano Tancredi che va a Mario Schifano morto a Roma nel 1998, a 64 anni. Pittore, attore, regista, è stato un esponente fondamentale della Pop art italiana ed europea.

Giovedì 27 si torna al 1302, quando Dante Alighieri è accusato dalla città di Firenze, in contumacia, di «baratteria, concussione, estorsione e opposizione sediziosa alla politica papale».

Venerdì 28 è il giorno in cui, nel 1958, nascono i mattoncini Lego, gioco semplice e colorato che segnerà intere generazioni.

Sabato 29 ricorre la sospensione dei test nucleari francesi nel 1996. Secondo i conteggi ufficiali, la Francia ha condotto un totale di 210 test nucleari, di cui 50 atmosferici, tra Algeria e Polinesia Francese.

La settimana di Tancredi si conclude domenica 30 nel ricordo di Samuele Lorenzi assassinato nel 2002 a Cogne in Valle d‘Aosta, con 17 colpi inferti da un’arma contundente mai ritrovata. Nel 2008 la Corte suprema di Cassazione ha riconosciuto colpevole del delitto la madre, Annamaria Franzoni.