Giappone, ecologia e vip dalla matita facile: ecco le tendenze di Lucca Comics 2021

Cosplayer ad una passata edizione di Lucca Comics

Bloccato a casa per le restrizioni imposte dal lockdown, ha ritrovato la sua prima passione artistica: il disegno e i fumetti. È stato così che Paolo Bruni in arte Pau, frontman dei Negrita, è tornato a dipingere e a disegnare fumetti. I suoi lavori nati per caso durante l’emergenza Covid sono diventati una mostra (Pau - art rock couture volume 1), una delle mostre di punta di Lucca Comics & Games 2021 (al palaesposizioni della Fondazione Banca del Monte).

FUMETTO E COVID


Fumetto e Covid è uno dei binomi che il festival, in programma a Lucca da venerdì 29, lancia come messaggio positivo: il ritorno alle proprie passioni e a se stessi è possibile anche durante una pandemia. Che si può anche vincere se impariamo a conoscere il nostro sistema immunitario, che funziona come un gioco. È questa la sfida che il giornalista e scrittore Federico Taddia e la virologa Antonella Viola lanceranno (il 31 ottobre alle 16) presentando “Virus Game”, il libro che hanno scritto a quattro mani durante il lockdown.

LE NUOVE TENDENZE

Lucca Comics & Games, il festival internazionale della nona arte – da venerdì 29 a lunedì 1° novembre a Lucca – resta comunque la a vetrina mondiale di nuove tendenze, rivolta a un pubblico vastissimo per estrazione ed età. Parla mille linguaggi artistici e li intreccia, lancia messaggi all’insegna della sua vocazione crossmediale. Dopo Lucca Changes, l’edizione solo virtuale dell’anno della pandemia, torna in presenza, seppure a numeri contingentati (25.000 biglietti al giorno, padiglioni ed eventi accessibili solo con biglietto). Quasi un nuovo inizio, che scaturisce da un mondo trasformato. Proprio come il fatto, spiegano gli organizzatori del festival, che «il lockdown ha dato una forte spinta al settore del fumetto e ha innescato un forte rilancio del gioco da tavolo». Il motivo? «Le famiglie sono tornate a riunirsi e a giocare insieme: questo ha portato a una crescita in libreria dei titoli di narrativa fantasy, letteratura per ragazzi e del fumetto, della graphic novel e del manga in stile giapponese».

PADIGLIONE GIAPPONE

Da Lucca Comics 2021 prendono il volo vari eroi dell’universo manga: epicentro il polo fiere di Sorbano, dove quest’anno è allestito il padiglione Japan Town. Tra i titoli di punta della narrativa manga, la conclusione della saga di Horimiya, con Kyoko Hori, studentessa modello e alla moda, gentile e ammirata da tutti il cui destino si incrocia con quello di Izumi Miyamura, ragazzo schivo e occhialuto, generando malintesi e situazioni inaspettate. Ma anche il manga fantasy di Hajime Komoto, creatore del personaggio di Mash, un giovane che ha un segreto: in una foresta lontana dalla civiltà si trasforma in un mostro dell’allenamento muscolare. Non sa realizzare incantesimi, ma iscrivendosi alla più prestigiosa accademia di magia diventerà l’Illuminato Divino, lo stregone più potente.

A TUTTA ECOLOGIA

La vocazione ecologica è uno degli altri tratti caratterizzanti del festival del fumetto di Lucca, che per il terzo anno consecutivo ha ottenuto la certificazione di evento “Rifiuti zero”, da Zero Waste Italy, per una manifestazione sempre più attenta all’ambiente e alla sua tutela, secondo la strategia ideata da Paul Connett, professore emerito della Sain Lawrence University.

Non solo riduzione di rifiuti, ma anche bicchieri e cannucce “amici dell’ambiente”: un altro seme gettato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA