Al libro “Vite Sospese” il premio Giacomo Matteotti

PISA. Importante riconoscimento per “Vite Sospese. 1938: Università ed Ebrei a Pisa”, il volume edito da Pisa University Press a cui è stato assegnato il premio “Giacomo Matteotti” (sezione saggistica), indetto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, giunto alla 27ª edizione. La cerimonia di consegna del riconoscimento si è svolta ieri a Roma, a Palazzo Chigi. Michele Emdin, docente di Cardiologia dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant'Anna, ha rappresentato il gruppo degli autori e delle autrici, composto – oltre che dallo stesso Michele Emdin – da Barbara Henry, docente di Filosofia Politica dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna, e Ilaria Pavan, docente di Storia Contemporanea della Scuola Normale Superiore. Il premio viene assegnato ad opere che illustrano gli ideali di fratellanza tra i popoli, di libertà e giustizia sociale che hanno ispirato la vita di Giacomo Matteotti, proprio come il percorso congiunto tra le istituzioni universitarie di Pisa che ha portato alla pubblicazione di “Vite Sospese”.

Il cammino di “Vite Sospese” inizia il 5 settembre 1938 quando lo Stato italiano, con la firma di Vittorio Emanuele III sulle leggi razziali vergata da Benito Mussolini, discriminava chi aveva origine familiare e credo israelita. La nazione italiana in larga parte accoglieva in maniera indifferente il dispositivo che spezzava il legame tra i suoi cittadini ebrei e la società civile. Le università e le scuole “sospendevano” i loro docenti, non consentivano agli studenti e alle studentesse l’iscrizione, li allontanavano come stranieri. Un primo punto di arrivo è stato il 5 settembre 2018, in occasione dell'ottantesimo anniversario delle leggi razziali firmate a San Rossore, quando sotto l'egida di “San Rossore 1938” si è tenuta la “Cerimonia del Ricordo e delle Scuse” su iniziativa dell'Università di Pisa, con la partecipazione di Scuola Superiore Sant'Anna e Scuola Normale Superiore. “Vite Sospese” è edito da Pisa University Press con il sostegno di Fondazione Pisa e la regia editoriale di Claudia Napolitano per raccogliere gli interventi della giornata di confronto, il 15 dicembre 2018, nell’aula magna della Sant’Anna, durante la quale gli studenti e i docenti di oggi hanno raccontato le “Vite Sospese” degli studenti dei docenti di allora. © RIPRODUZIONE RISERVATA