La plasticità dei corpi negli scatti di Lesueur

ROMA. L’Accademia di Francia a Roma -Villa Medici presenta la mostra “Come un cane ballerino” che rende omaggio al lavoro svolto per quasi 30 anni dall'artista ed ex borsista di Villa Medici Natacha Lesueur (promozione 2002-2003). L'opera di Natacha Lesueur è essenzialmente fotografica.

I suoi interessi artistici si articolano intorno al corpo, all'apparenza, all'aspetto e all'intima relazione tra il corpo e la sua interiorità. Attraverso una serie di immagini costruite come quadri, il corpo è sottoposto a diversi trattamenti che rilevano al tempo stesso la costrizione, la messa in scena e la maschera. Curata da Christian Bernard, la mostra si sviluppa in forma di narrazione visiva e tematica che riunisce più di 80 opere dell'artista, sia storiche che inedite, offrendo uno sguardo intimo sul suo lavoro intorno all'immagine. La dimensione ironica del titolo preso in prestito dal libro di Virginia Woolf “Una stanza tutta per sé” esprime a pieno la sua consapevolezza di donna artista.